Migliori Calze da Trekking : Guida alla Scelta e Top 7!

Migliori Calze da Trekking : Guida alla Scelta e Top 7!

Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione dei link di affiliazione Amazon o Awin, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione, nessun aumento di prezzo ovviamente. Maggiori informazioni qui.

Le calze da trekking rappresentano un elemento fondamentale per chi ama camminare.

La salute del piede, il comfort, l’affaticamento, sono tutti stati d’animo che influenzano l’escursione qualora non si avvertano piacevoli sensazioni.

Le calze offrono grande contributo in questo senso.

Risulta difficile consigliare un modello preferito perché il calzino è un prodotto troppo soggettivo, il cui giudizio dipende dal tipo di escursionista, dalle scarpe indossate, dal feeling con la calza, dall’anatomia del piede, dalla stagione.

I modelli che abbiamo recensito sono tutti prodotti validi e di qualità, ciascuno dei quali vanta proprietà migliori di altri sotto diversi aspetti.


Tabella comparativa calze da trekking

ModelloStagioneIsolamento termicoFascia di prezzo
Danish Endurance DE-MWLS-S-YE-1PEstivaBassoMedio/alta
Salewa ALL Mountain VP4 StagioniDiscretoMedio/alta
X-Socks Trek Outdoor SocksMediaDiscretoAlta
Falke TK1 CoolMediaMedio/BassoAlta
QUECHUA MH 520 HighEstivaBassoEconomica
QUECHUA MH 900 HighEstiva/MediaBassoMedia
Sesto Senso Trekking HikingInvernaleBuonoEconomica

Articoli Consigliati :



Top 7 Calze da trekking: la scelta di angolo sportivo

quali calze scegliere per il trekking

1) Danish Endurance DE-MWLS-S-YE-1P

Un paio di calze da trekking disegnate in Danimarca e prodotte in Europa, in grado di garantire una sufficiente protezione termica, ma una buona ventilazione.

Per questo i calzini sono chiaramente classificati come estivi.

La lana, presente nella composizione in percentuale importante (30% lana merino, 36% nylon, 33% acrilico, 1% elastan), offre quel minimo di mantenimento termico utile in alta montagna anche durante i mesi più caldi, mentre gli altri materiali sanno garantire un passaggio di aria tale da limitare la sudorazione del piede.

L’aumento (forse un po’ lieve) di spessore al tallone e le cuciture appiattite donano maggiore comfort.

L’azienda si è avvalsa dell’ausilio di Rasmus Kragh per sviluppare il prodotto, con ottimi risultati.

Pro :

  • Estetica
  • Termoregolazione
  • Comfort

Contro :

  • Imbottitura del tallone lieve
DANISH ENDURANCE Calze da Trekking in Lana Merino Leggera 1...
  • LANA MERINO PER COMFORT E FRESCHEZZA: Queste calze da trekking leggere sono realizzate in lana merino di alta qualità,...
  • IDEALI PER TREKKING E PER TUTTI I GIORNI: Queste calze unisex sono perfette per trekking, escursionismo, attività...
  • PROGETTATI IN DANIMARCA - MADE IN EUROPE: Il nostro team di design sviluppa queste calze da trekking leggere a...
  • CONSIGLIATI DA ESCURSIONISTA: Queste calze da trekking leggere sono state sviluppate in collaborazione con l'alpinista...
  • SERVIZIO CLIENTI ECCELLENTE: Vogliamo che i nostri clienti siano felici - In caso di domande o problemi, non esitate a...

Ultimo aggiornamento 2020-09-28 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


2) Salewa ALL Mountain VP

Una calza di qualità proposta da un marchio top assoluto in ambito trekking e montagna.

Una innovativa tecnologia tiene lontani gli insetti HHL Technology Vital), mentre un tessuto sintetico ribattezzato Thermocool a rapida asciugatura del sudore (contenente lana merino) offre un buon controllo della temperatura senza irritare la pelle.

La costruzione a fasci consente una buona compressione della zona della caviglia, migliorando la stabilità.

Tallone e punte sono rinforzate da uno speciale filo.

L’imbottitura è presente non solo davanti e dietro, ma anche sulla tibia, per proteggere dall’usura degli scarponi più alti.

Il prezzo è un po’ più alto rispetto alla media.

Pro :

  • Qualità
  • Termoregolazione
  • Materiali

Contro :

  • Prezzo
In Offerta
Salewa All Mountain, Calzini VP Unisex-Adulto, Multicolore...
  • Vestibilità: regolare
  • Peso: 42 g
  • Ad asciugatura rapida
  • fabric_type: 2 % Elastan, 46 % Poliammide, 26 % Poliestere, 15 % Polipropilene, 11 % Lana

Ultimo aggiornamento 2020-09-28 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


3) X-Socks Trek Outdoor Socks

Il marchio è rinomato per i suoi prodotti qualitativamente eccellenti, per i quali sono state studiate particolari tecnologie produttive che offrono benefici al corpo durante l’attività fisica.

Queste calze da trekking realizzate in tessuto sintetico pensate per i piedi maschili (anche se comunque si adattano pure a quelli femminili), confermano l’essenza del brand.

Ottima la termoregolazione, punto di forza di X-Socks, ottenuta con una serie di concetti e funzioni brevettate che garantiscono mantenimento della temperatura e ventilazione al tempo stesso.

Il calzino presenta rinforzi nei punti più sollecitati ma anche protezioni per i tendini e il piede stesso, contenendo eventuali lesioni in caso di inciampo.

Il prodotte sopporta bene lunghe escursioni nella stagione media (autunno e primavera), mentre non offrono grande isolamento termico.

Il prezzo è un po’ sopra alla media.

Pro :

  • Tecnologie presenti
  • Durata
  • Compressione
  • Stabilità

Contro :

  • Basso isolamento termico
  • Prezzo
In Offerta
X-Socks Trek Outdoor Socks, Unisex – Adulto, Opal...
  • Riduci il rischio di vesciche con X-Socks
  • Compagni ottimi quando si vuole godere l'avventura di tour di trekking prolungati senza stancarsi
  • Fornisce una ventilazione efficace in ogni fase del percorso
  • AirVent crea spazio al passo, in modo che l'aria possa circolare liberamente

Ultimo aggiornamento 2020-09-28 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


4) Falke TK1 Cool

Calza da trekking di grande qualità pensata specificatamente per la donna (esistono pure le versioni maschili).

La cura del prodotto è talmente elevata e attenta che l’azienda produttrice ha brevettato perfino il modo con cui ha pensato lo spazio tra le dita.

Infatti il calzetto non termina piatto, ma con un accenno delle dita del piede, calcolato secondo un metodo interno efficace che si adatta al piede di donna, donando grande comfort.

Per questo sul tessuto è indicata la posizione (calza destra e calza sinistra).

Buona l’imbottitura e le protezioni anti sfregamento sono poste ad hoc per preservare il calzino dall’usura.

Il materiale sintetico offre grandi proprietà di ventilazione e la realizzazione tri-strato del tessuto favorisce l’espulsione dell’umidità e del sudore.

Non hanno grandi zone di compressione, ma la parte elastica di tenuta è più spessa e ben realizzata.

Non godono di grande isolamento termico, ma sanno mantenere bene la temperatura.

Pro :

  • Traspirazione
  • Qualità produttiva
  • Comfort

Contro :

  • Isolamento termico ridotto
  • Mantenimento della temperatura
  • Prezzo
Falke, Calze da Trekking da Donna TK1 Cool, Donna,...
  • Forte elastico imbottito per la massima protezione e comfort.
  • Trasporto dell’umidità ottimale attraverso la struttura a 3 strati.
  • Spazio per dita anatomico brevettato per una vestibilità ottimale.
  • Imbottitura anatomica per la massima protezione e diretto contatto con la scarpa.

Ultimo aggiornamento 2020-09-28 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


5) Quechua MH520 High

Quechua MH520 High

Calza economica per le camminate estive o di mezza stagione, dotate di buona compressione e stabilità, sottili con filato a doppio strato per favorire la traspirabilità (anche se si trova di meglio in questo senso).

Il filato interno è realizzato in polipropilene, mentre quello esterno in poliammide per favorire una rapida asciugatura.

La limitazione alla formazione delle vesciche dipende solo dall’azione dei due strati, ma ciò potrebbe non bastare.

Il rinforzo è presente in misura maggiore sulle dita e un po’ meno sulla parte della caviglia, che però beneficia di una discreta azione compressiva di stabilità.

La calza è indicata per delle escursioni brevi o medio – brevi.

La disponibilità del modello è in 3 misure: corte, medie e lunghe.

La confezione si compone di due paia identiche.

Pro :

  • Prezzo
  • Compressione

Contro :

  • Mancanza rinforzo dietro
  • Per chi soffre di vesciche non è consigliata

6) QUECHUA MH 900 High

QUECHUA MH 900 High

La miglior calza da trekking proposta da Decathlon, forte di buoni materiali e di una ottima consistenza del filato, il quale contiene anche del PTFE per favorire lo scorrimento dei vari strati si composizione in modo da ridurre al minimo lo sfregamento con la pelle.

La traspirabilità è pensata nella zona della caviglia ma anche nella pianta del piede e questo permette una più elevata fuoriuscita dell’umidità e del sudore.

Il livello di compressione è decisamente valido, utile per stabilizzare l’arto. La calza rispetta l’anatomia del piede, quindi vi è il calzino destro e quello sinistro.

Ottima calza per escursioni medio – lunghe.

Pro :

  • Qualità – prezzo
  • Comfort
  • Compressione

Contro :

  • Isolamento termico basso

7) Sesto Senso Trekking Hiking Termico

Queste calze invernali da trekking sono di fascia economica e hanno un buon prezzo a fronte di una qualità importante.

Le cuciture piatte offrono un miglioramento del comfort, così come l’elasticità del tessuto (51% lana, 26% poliammide, 18% fibra con ioni argento, 3% polipropilene, 2% elastan).

Un punto di forza è la fibra antibatterica con ioni d’argento che tiene lontani funghi e batteri.

La componente principale è la lana e questo categorizza il calzino rendendolo adatto alle escursioni invernali, pur non essendo molto spesso, a favore della traspirabilità.

Accettabile, infatti, è il compromesso tra il mantenimento di calore e l’espulsione dell’umidità dovuta al sudore.

Pur terminando con una taglio piatto, vi è la calza destra e quella sinistra e non vanno invertite.

Questo perché la struttura del filato è pensata per offrire una minima compressione al piede nei punti focali, mentre maggiore è quella che si avverte sulla gamba, fino a 3/4 di polpaccio.

I rinforzi di sostegno sono ben messi e resistono bene.

Abbiamo davanti un calzetto versatile, utile in inverno, di buona qualità.

Pro :

  • Rapporto qualità – prezzo
  • Isolamento termico
  • Filato antibatterico

Contro :

  • Poca compressione sul piede
Sesto Senso Calze Termiche Trekking Invernali Lana Uomo...
  • Calze da trekking invernali da donna e da uomo; Arricchito con ioni d'argento; Asciugatura rapida; Durevole, morbido e...
  • Cuciture piatte; Talloni e dita rinforzati; Sotto il ginocchio; Molto comodo
  • Realizzato principalmente in lana traspirante di alta qualità; Rimuove efficacemente l'umidità; Adattato alle basse...
  • L'arricchimento con ioni d'argento inibisce naturalmente la crescita di funghi e batteri; Gli odori sgradevoli vengono...
  • Made in EU

Ultimo aggiornamento 2020-09-28 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


Come scegliere le calze da trekking


Come scegliere la calza da trekking in base alla stagione?

E’ importante scegliere le calze idonee al tipo di escursione e alla stagione.

Un calzino invernale avrà caratteristiche migliori di isolamento termico rispetto ad una calza da trekking tipicamente estiva.

Anche la lunghezza solitamente è diversa: lunga in inverno, corta e mediamente lunga in estate, anche se ciò non è propriamente veritiero e sempre valido, in quanto dipende dai luoghi in cui si va.

I materiali fanno la differenza: per l’inverno si cercherà un calzetto che ha nell’isolamento termico il suo punto focale, ossia privilegiando una composizione con materiali e tessuti caldi, mentre in estate si darà maggiore importanza alla ventilazione e a materiali più tecnici e sintetici, ma anallergici.


Meglio una calza lunga o corta?

Dipende. In inverno è sempre da preferire una calza da trekking lunga perchè mantiene più calore e offre una maggior compressione.

In estate molto dipende dai luoghi frequentati.

Tendenzialmente si prediligono calzini corti o medi, al polpaccio, ma in caso di sentieri difficili con attraversamenti boschivi o in prossimità di passaggi rocciosi, una calza adeguatamente lunga, di composizione estiva, è certamente più protettiva e migliore.


Quali caratteristiche ha una calza da trekking?

  • Resistenza: lo sforzo al quale è sottoposta una calza da trekking è impegnativo in quanto si ha continuo sfregamento tra il calzino e l’interno della scarpa. E’ quindi importante che il tessuto abbia rinforzi all’altezza del tallone e in punta, che solitamente sono le zone più soggette a usura.
  • Termoregolazione: questa caratteristica è fondamentale per non far sudare eccessivamente il piede o al contrario per non renderlo eccessivamente freddo, adeguandosi al clima.
  • Isolamento termico: specialmente per le calze da trekking invernali, l’isolamento termico è determinante perchè protegge il piede dal freddo esterno, garantendo una temperatura costante all’interno della scarpa.
  • Ventilazione: il piede deve respirare e il tessuto deve traspirare. Ciò significa che una buona ventilazione del calzetto non permette una sudorazione eccessiva, fonte non solo di cattivi odori, ma anche di irritazioni alla pelle.
  • Comfort: le calze da trekking sono fondamentali per lo svolgimento dell’attività. Si cammina per ore e bisogna farlo in modo comodo. La presenza di cuscinetti ammortizzanti realizzati con un tessuto più spesso in determinate zone, favorisce un migliore comfort.
  • Cuciture: specialmente se fai lunghi percorsi o comunque non ti limiti all’ora di passeggiata, scegli calze da trekking che abbiano la cucitura appiattita per evitare irritazioni alla pelle.
  • Compressione: ci sono delle zone in cui la calza è realizzata in modo diverso e lo si vede anche a occhio nudo. Solitamente sono le aree laterali, utili per migliorare la compressione del piede mantenendo attiva la circolazione sanguigna. Maggiore è la compressione, maggiore sarà la stabilità del piede durante la camminata.

Che materiali si usano per fare le calze da trekking?

I materiali più utilizzati sono il nylon (o poliammide), il poliestere, la lana, il cotone e l’elastan.

Quest’ultimo serve per dare quella adattabilità ideale per favorire il comfort della calzata.

Solitamente i materiali vengono miscelati tra loro a seconda del tipo di calza, la cui composizione varia a seconda della stagione.


Un tessuto sintetico significa di scarsa qualità?

Sgombriamo il campo da qualsiasi equivoco: un tessuto sintetico non significa di scarsa qualità.

E’ vero il contrario.

La dicitura “sintetico” sta ad indicare un prodotto composto da un filato non naturale o, meglio, da un più filati di materiali diversi che coniugano tra loro proprietà di resistenza, elasticità, morbidezza, stabilità.

Grazie a tessuti sintetici è possibile avere ventilazione, mantenimento del calore del piede, isolamento, durata nel tempo. Inoltre ci sono tessuti sintetici che godono di proprietà anti odore e anti batterica.

Con il semplice impiego di cotone o lana, tutto questo non sarebbe ottenibile.


FAQ: Domande Frequenti

calzature per il trekking

Come lavare le calze da trekking?

Trattandosi di materiali sintetici e con diverse proprietà, è importante non maltrattare i tessuti e rispettare le indicazioni riportate sull’etichetta.

Non utilizzare candeggina, non centrifugare alla massima velocità e non usare alte temperature.

In caso contrario la parte di elastan contenuta nel filato potrebbe rovinarsi e la calza perdere la sua forma anatomica.

Per le calze che prevedono la disposizione destra e sinistra, perdere la forma può diventare un problema ancora più grande.

E’ vero che è meglio indossare due paia di calze per fare trekking?

Questa è un’annosa domanda che ci si trascina da molto tempo. La risposta è sicuramente no in caso di brevi passeggiate blande.

La risposta è dipende negli altri casi. Molto dipende dal tipo di calzatura indossata. Le doppie calze si indossano quando si hanno scarpe tendenzialmente larghe oppure se si soffre di vesciche, ma sempre e solo con scarpe comode.

In caso contrario la doppia calza crea solo sudorazione aggiuntiva, sfregamenti e irritazioni.

Se si decide per la doppia calza è bene prima testarne il comfort indossando anche la scarpa e magari tenendola per un’oretta in casa o nella vita di tutti i giorni ove possibile.

Mai indossare calze uguali, ma preferire una calza più sottile e una un po’ più spessa. Le proprietà difficilmente si combinano e la scelta del doppio calzino deve essere giustificata sempre da una calzatura eccessivamente larga o da problemi alla pelle del piede.

In caso, indossare la calza che presenta maggiore traspirazione per prima, in modo che il sudore possa tendere a migrare verso l’esterno.

Perché si formano le vesciche ai piedi?

I motivi di formazione di vesciche sono principalmente due: lo sfregamento per attrito tra calza e piede, la sudorazione eccessiva.

La calza si frappone tra la pelle del piede e l’interno della calzatura. Se non si ha un buon calzetto è facile ritrovarsi con bolle, escoriazioni e irritazioni.

Una calza che non si avvale di buona traspirazione comporterà un ambiente umido, favorendo la proliferazione di batteri.

Al tempo stesso una calza che tende a scivolare sul piede o a sfregare continuamente tra la calzatura e il piede, genererà fastidio e dolore, favorendo la formazioni di fiacche e vesciche.

Il calzino da trekking va scelto in base alla scarpa?

La correlazione tra calza da trekking e scarponcino è diretta e bilaterale.

La scarpa va scelta in base alla tipologia di calze, ma queste ultime vanno scelte anche in base alla calzatura.

Se si hanno scarpe un po’ larghe è meglio indossare una calza spessa.

Inoltre, onde evitare la formazione di vesciche, è utile guardare attentamente come è realizzata la parte posteriore interna dello scarponcino: in quella zona le calze solitamente presentano un rinforzo perché sono spesso sollecitate.

Perché è consigliabile portare calze di scorta durante un’escursione?

Prima di un’escursione preparare lo zaino inerendo sempre un paio di calze di scorta.

Quelle indossate potrebbero rompersi, bagnarsi, essere eccessivamente sudate, strapparsi.

Averne un paio ulteriore con sé rappresenta una valida soluzione capace di tamponare eventuali imprevisti.

Se siete soliti indossare due paia, riservate spazio anche per le calze più interne, a contatto con la pelle e in questo caso portatevi un doppio ricambio.

This product was presentation was made with AAWP plugin.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su