Migliori Giacche da Trekking : Guida alla Scelta e Top 7!

Migliori Giacche da Trekking : Guida alla Scelta e Top 7!

Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione dei link di affiliazione Amazon o Awin, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione, nessun aumento di prezzo ovviamente. Maggiori informazioni qui.

Le giacche da trekking non devono rappresentare un peso o un fastidio per gli escursionisti, ma un’interessante opportunità.

Un giubbino serve sempre in ogni occasione, dall’inverno all’autunno, in caso di vento, sole, pioggia, caldo o freddo. In qualsiasi condizione deve sempre essere un fedele compagno di viaggio da avere addosso oppure da riporre, pronto all’uso, nello zaino.

A conferma di questo, ci sono zaini che hanno proprio il vano interno o i lacci esterni dedicati alla giacca.

Quando non lo indossi, quindi, è giusto che sia sempre disponibile per evitare di farti cogliere impreparato all’evenienza, soprattutto se il tuo trekking sarà in montagna, dove il meteo è pazzerello e dove si alternano tratti caldi ad altri più freschi.

Ci sono diverse tipologie di giubbini, da quelli più leggeri a quelli più pesanti, da quelli impermeabilizzati a quelli antivento.

La scelta non è quindi univoca perchè dipende molto dal tipo di trekking che andrai a fare.

Dopo aver letto il nostro testo sarai un vero esperto e potrai scegliere la miglior giacca da trekking.

Il consiglio spassionato che sentiamo di dare ai nostri lettori è il seguente: è sempre meglio avere due giubbini.

Uno più strutturato e completo da utilizzare in più occasioni, un’altro più economico da impiegare in altri ambiti, o comunque uno impermeabile e un altro no.

Se il vostro trekking sarà prevalentemente in montagna e occasionalmente in campagna, allora date priorità di scelta ad una giacca da trekking da montagna, scegliendo poi un tipo più leggero ed economico per la campagna.

The North Face e Salewa offrono prodotti top di gamma, Decathlon, invece, potrebbe rappresentare una validissima alternativa di qualità per l’escursionista occasionale o per chi desidera avere una seconda giacca.


Tabella comparativa

ModelloImpermeabilitàPlus
Quechua FH500 Helium RainImpermeabileLeggerezza
Geographical Norway Tangata Men GeNo5IdrorepellenteMulti tasche
The North Face M Evolution II TriclimateIdrorepellenteVersatile
SALEWA Puez (Aqua 3) PowertexImpermeabileRapporto qualità-prezzo

Articoli Correlati :



Top 7 giacche da trekking: la scelta di angolosportivo.com

giacca per il trekking

1) Forclaz Trek 900 Wind Softshell

Forclaz Trek 900 Wind Softshell

Un bellissimo prodotto proposto da Decathlon con rapporto qualità – prezzo davvero molto conveniente, forte di un materiale valido e di buona fattura, pur non avendo una specifica protezione antivento.

Per questo è consigliato indossare questa giacca da trekking in presenza di vento lieve e non con forti raffiche o con aria fredda.

La vestibilità è attillata e molto piacevole, specialmente in questo specifico modello che è femminile.

Le parti sui fianchi e sotto le braccia sono assottigliate per favorire la traspirazione del tessuto.

Comodi i polsi, che si stringono per impedire il passaggio di aria e la presenza del cappuccio è fondamentale in caso di pioggia o di vento.

Il prodotto non è impermeabile, ma è idrorepellente, inoltre è abbastanza leggero e questo non aggrava troppo il peso dello zaino.

La maglia stretta del tessuto funge anche da rinforzo ad eventuali abrasioni e permette di sostenere bene il peso della zaino, senza che gli spallacci possano usurare la giacca o far sentire la pressione sulla pelle.

E’ la classica giacca da trekking versatile, provvista di due tasche con chiusura a cerniera, per più usi, comoda e pratica, da portare sempre con sé quando c’è il sole oppure quando si teme che qualche nuvola possa generare vento o lievi piogge.

Pro :

  • Versatilità
  • Qualità del tessuto
  • Vestibilità

Contro :

  • No impermeabile
  • No protezione a vento forte

C’è anche la versione da uomo, la cui differenza consiste non solo nella vestibilità (un po’ più larga), ma anche in una tasca in più sul petto, con chiusura zip, all’altezza del cuore.


2) Quechua FH500 Helium Rain

Quechua FH500 Helium Rain

Questo modello di giacca da trekking è pensato per le escursioni in cui la pioggia potrebbe sorprendere.

Il suo tessuto poliestere impermeabile è leggero, traspirante e in grado di riparare dal vento, pur vestendo molto bene.

La sua azione impermeabile è eccellente, anche sotto grandi piogge, grazie a una membrana interna e testata sotto 10.000 mm di colonna di acqua, con cuciture e cerniere stagne al 100%.

La classificazione 2,5 relativa allo strato interno, prevede una membrana protetta da uno speciale trattamento, in luogo dell’aggiunta di uno strato impermeabile vero e proprio.

Questa scelta permette di avere una giacca da trekking impermeabile e al tempo stesso molto leggera, quindi facilmente gestibile anche nello zaino.

La giacca, di fascia medio alta, offre un valido sistema di ventilazione composto da apposite prese d’aria a zip in posti strategici in modo da consentire una buona circolazione, riducendo la sudorazione.

Il cappuccio è un’ottima appendice, molto utile e con la chiusura della giacca che arriva oltre il bavero, offre un incremento della protezione, anche se veste un po’ largo nonostante il sistema elastico di regolazione.

Bello il polsino elasticizzato che impedisce il passaggio dell’aria fredda.

Comoda la tasca ampia all’altezza del cuore, per cartina, documenti, fazzoletti.

Pro :

  • Vestibilità
  • Impermeabilizzazione
  • Leggerezza.

Contro :

  • Cappuccio largo

3) Geographical Norway Tangata Men GeNo5

Elegante, versatile, idrorepellente, ideale per il trekking nelle stagioni primavera e autunno.

Il numero di tasche a disposizione è elevato, sia internamente che esternamente, compresa quella sulla manica all’altezza del braccio, utile per inserire lo smartphone. Il suo tessuto il poliestere presenta un trattamento idrorepellente e la minima parte di elastan presente nella composizione favorisce la vestibilità e l’adattabilità.

Il colletto è alto, pensato per proteggere il collo, dato che è un modello indicato per temperature non calde, ma miti o fresche e la chiusura alta della parte anteriore arriva a coprire interamente il collo.

Il modello veste piuttosto stretto quindi è meglio scegliere una taglia in più, specialmente se si ha un sottogiacca oppure una felpa in pile.

La giacca è abbastanza calda, ma non è certo adatta a clima rigido: meglio quindi proteggersi nella parte interna con altri indumenti e sopra indossare la giacca GeNo5 di Geographical Norway, provvista anche di cappuccio con chiusure regolabile.

Le chiusure lampo sono un po’ delicate ed è necessario azionarle con attenzione per evitare che possano rompersi.

Il prezzo è buono, soprattutto se si paragona alla qualità più che buona del prodotto offerto. La scelta puà avvenire tra molto colori e il modello in questione è uno tra i più venduti in assoluto su amazon.

Pro :

  • Tasche
  • Vestibilità
  • Eleganza

Contro :

  • Zip delicate
  • Cerniera non waterproof
Geographical Norway - Giacca da uomo, Uomo, Giacca softshell...
  • Moderna giacca funzionale per attività sportive all'aria aperta o semplicemente per l'uso quotidiano.
  • La giacca da uomo è traspirante, calda e impermeabile, il colletto alto protegge il collo.
  • 96% poliestere, 4% elastan. Fodera: 100% in poliestere.
  • Numerose pratiche tasche interne, esterne e sulla manica offrono spazio per le cose più importanti in viaggio.
  • In primavera, estate o autunno, in città, per passeggiate, escursioni o alpinismo, la giacca è un compagno...

Ultimo aggiornamento 2020-11-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


4) Quechua MH500

Quechua MH500

Una giacca da trekking impermeabile, realizzata in softshell con tessuto elasticizzato a tre strati, dotata di cappuccio regolabile, chiusure stagne e zip di ventilazione per migliorare il comfort interno al fine di non far sudare eccessivamente la persona.

Stilisticamente anche elegante, con due tasche ampie laterali con cerniere protette e due interne, oltre all’aerazione laterale.

Il tessuto è molto traspirante nonostante sia a tre strati. Una tasca o due in più sarebbero state gradite.

Il cappuccio, con una parte anteriore più rigida per meglio proteggere il viso, ha un intelligente sistema di regolazione elastica da dietro mentre i polsini si stringono o si allargano con il velcro in modo molto pratico e intuitivo.

Questo però lascia un po’ scoperti i polsi quando ci si muove e sarebbe stato appressato un sotto tessuto elasticizzato più aderente.

La giacca è curata nei dettagli, specialmente il modello da donna.

La vestibilità è normale, ma molti non disdegnano una taglia in più nel caso in cui venga utilizzata in inverno o in stagioni fresche, in modo che sia possibile coprirsi maggiormente con felpa o sottogiacca.

Pro :

  • Impermeabilità
  • Estetica
  • Finiture e dettagli

Contro :

  • Tasche
  • Chiusura polsi

5) Mammut Convey Hardshell

Giacca da trekking di fascia alta di mercato, pensata per il tempo instabile o piovoso, grazie alla sua impermeabilità in grado di resistere ai più forti acquazzoni.

In tessuto hardshell, il giubbino Mammut è provvisto di cappuccio con tre diverse regolazione.

I test hanno garantito impermeabilità (colonna d’acqua di 28.000 mm) di tessuto e cerniere.

Queste ultime sono stagne. Il tessuto è un tristrato con Goretex, il top per mantenere isolamento da vento e acqua.

La giacca veste bene e la regolazione dei polsini è con il velcro, pratica e non fastidiosa.

Pro :

  • Impermeabilità
  • Attenzione ai dettagli

Contro :

  • Prezzo
Mammut Convey HS Hooded – Anorak, uomo, grigio...
  • 2-Lagen, Wasserdicht, Herren
  • GORE-TEX Paclite: 50x50DEN, bluesign Face material: 100% Polyester; Membrane: 100% Polytetrafluoroethylene GORE-TEX...

Ultimo aggiornamento 2020-11-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


6) The North Face M Evolution II Triclimate

Un giubbino da trekking top di gamma, molto venduto e conosciuto nel settore, che offre grande affidabilità, qualità e protezione.

L’obiettivo del marchio è fornire una giacca per sopportare tutte le condizioni climatiche perché composta da due strati tra loro collegati tramite cerniera: esterno in softshell, interno in pile, gestibili singolarmente oppure insieme per i periodi più freddi, come in autunno o in inverno.

Il tessuto DryVentTM protegge dal vento, dalla pioggia (essendo totalmente impermeabile) e lascia traspirare il sudore.

Molto bello il cappuccio, che puoi ripiegare o regolare accuratamente, mentre sul collo, la fodera interna è piacevole a contatto con al pelle.

I polsini sono facilmente regolabili e dotati di elastico.

Per migliorare la ventilazione, delle cerniere si possono aprire all’altezza delle ascelle in modo da consentire un miglior passaggio di aria.

Indossata, cade abbastanza larga, tipica per l’uomo che ama camminare anche in maniera veloce e avventurosa.

La qualità del prodotto e dei materiali è massima e diventa difficile trovare un punto a sfavore, se non il prezzo, il quale è più alto rispetto alla media.

Pro :

  • Versatilità
  • Multistagionale
  • Impermeabile

Contro :

  • Prezzo
The North Face M Evolution II Triclimate, Giacca...
  • DryVent 2L impermeabile, traspirante e completamente termosaldato
  • Cordino elastico di regolazione dell'orlo
  • Cerniera centrale anteriore
  • Due tasche con cerniera di sicurezza
  • Materiale: 100% pile di poliestere riciclato

Ultimo aggiornamento 2020-11-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Chi volesse il modello corrispondente, ma solamente adatto alla stagione primavera-estate, può optare per la versione softshell QUest Jkt sempre della The North Face.

In Offerta
The North Face M Quest Jkt, Giacca Impermeabile Uomo, Nero,...
  • Impermeabile, traspirante e termosaldato
  • Busto foderato in rete
  • Retro del collo e proteggi mento con fodera in tessuto spazzolato
  • Cappuccio fisso a regolazione unidirezionale
  • Resistente finitura idrorepellente (DWR)

Ultimo aggiornamento 2020-11-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


7) SALEWA Puez (Aqua 3) Powertex

Traspirante, leggera e idrorepellente, grazie alla scelta del rinomato marchio altoatesino di dotare il tessuto di una membrana a 2,5 strati.

Il sistema powertex favorisce la traspirazione, in modo che l’escursionista possa rimanere asciutto e protetto al tempo stesso.

Ottima la protezione dal vento: con questa giacca le uscite primaverili, estive o autunnali potranno essere sempre piacevoli.

Inoltre la leggerezza che caratterizza questo capo di abbigliamento permette di inserirlo nello zaino senza appesantirlo (meno di 300 grammi).

La giacca non è solo idrorepellente, ma ha anche un minimo di impermeabilità anche se non è pensata per sopportare camminate sotto forti piogge.

Cuciture saldate, due tasche esterne e due interne completano, nei dettagli, un prodotto davvero eccezionale, nonostante non siano previste le cerniere di aerazione.

Il rapporto qualità – prezzo di questa giacca da trekking è eccellente.

Pro :

  • Qualità realizzativa
  • Vestibilità
  • Leggerezza

Contro :

  • Mancanza sistema di ventilazione
SALEWA Puez Aqua 3 Powertex, Giacca Uomo, Grigio , 50/L
  • Giacca da uomo impermeabile e traspirante
  • Cappuccio fisso preformato e regolabile
  • Maniche ergonomiche e 2 tasche esterne
  • Cerniera frontale con patta antivento interna
  • Bordi leggeri ed elastici sul fondo e maniche

Ultimo aggiornamento 2020-11-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


Come scegliere la giacca da trekking

Prima di compiere la scelta della tua giacca da trekking, devi metterti bene in testa un concetto: il giubbino è solo il guscio più esterno e come tale deve unicamente proteggere.

Quello che hai sotto deve svolgere la funzione termica primaria.

Non comprare quindi un giaccone da alpinismo, spesso, iper caldo, pensando di indossarlo sopra ad una maglietta.

Piuttosto devi vestirti a strati: maglietta termica, camicia o maglietta da trekking, felpa in pile (o giacca in pile), giacca esterna.

A seconda delle condizioni puoi scegliere gli strati da indossare per una migliore termoregolazione.

Una giacca da trekking deve essere impermeabile?

Non necessariamente, anche se devi comunque avere un’alternativa valida in caso di pioggia improvvisa.

Se hai un’escursione in piena estate con il sole che splende e nemmeno una nuvola, la giacca impermeabile non ti serve.

Al massimo puoi mettere nello zaino una copertura, un poncho o un k-way che possa ripararti dalla pioggia indossandolo sopra al tuo abbigliamento.

Una giacca non impermeabile solitamente si presenta più leggera e con una migliore traspirazione, a meno di tessuti speciali.

Qual’è la differenza tra impermeabile e idrorepellente?

Quando compri una giacca da trekking devi capire se il tessuto è impermeabile oppure idrorepellente.

  • Impermeabile: evita che l’acqua trapassi dall’esterno all’interno di un tessuto, anche se dovesse essere sottoposto a forte pioggia. L’impermeabilità si ottiene con apposite membrane inserite nel tessuto oppure con un rivestimento esterno dello stesso.
  • Idrorepellente: l’idrorepellenza si ottiene con un trattamento che va comunque rinnovato secondo precise istruzioni nel tempo. Lo scopo è di far scivolare le piccole goccioline di acqua senza farle penetrare. Sotto forte pioggia, però, il tessuto si inzupperà comunque.

Come viene classificata l’impermeabilità della giacca da trekking? Cosa significa giacca a 3 strati?

Ottenere l’impermabilità di una giacca da trekking è possibile in diversi modi e a seconda dell’utilizzo vengono determinati gli strati del tessuto di composizione.

  • Giacca 2 strati: la membrana impermeabile viene posta all’interno, direttamente a contatto, tramite incollaggio, con il tessuto esterno e protetta da una fodera. Tale soluzione genera un capo di abbigliamento più pesante, meno costoso e comunque con un ottimo livello di impermeabilizzazione.
  • Giacca 3 strati: la membrana impermeabile viene racchiusa tra lo strato esterno e interno della giacca, generando un miglior livello di impermeabilità e una longevità superiore. E’ il top della qualità poichè rende il tessuto più performante e resistente. Si perde traspirabilità, ma si guadagna in protezione alla pioggia. Tale soluzione è la più costosa.
  • Giacca 2,5 strati: l’impermeabilizzazione la si ottiene in fase di produzione attraverso la spalmatura di un prodotto speciale che viene posto internamente direttamente sulla membrana interna. Questo processo genera un buon risultato, riduce il costo della giacca e la mantiene leggera e traspirante, ma la sua durata è inferiore rispetto alle altre soluzioni.

Che differenza c’è tra softshell e hardshell?

Softshell e hardshell sono materiali innovativi che trovano grande impiego nel settore delle giacche da trekking perché riescono a unire performance impermeabili e antivento, pur essendo leggeri, pratici e protettivi.

  • Softshell: una giacca softshell si presenta morbida, con ottima vestibilità e in grado di assecondare la camminata e il movimento della persona. Ha un discreto grado di impermeabilità e offre una buona protezione dal vento, senza creare sudorazione.
  • Hardshell: questo materiale si presenta più rigido rispetto al precedente e a qualcuno potrebbe non piacere perchè un po’ limita i movimenti, ma offre maggiore impermeabilizzazione e un’ottima traspirabilità, confermando la sua leggerezza.

FAQ. Domande e risposte


Le giacche softshell o hardshell sono tutte uguali?

No. Ci vuole davvero poco a passare da un prodotto eccellente a uno scadente, pur essendo esteticamente tra loro molto simili.

La differenza sta nelle membrane di impermeabilizzazione e protezione dal vento che compongono il prodotto.

Il materiale potrebbe anche essere uguale, ma quello che sta all’interno oppure tra gli strati varia.

Cosa significa impermeabilità indotta?

L’impermeabilizzazione quando non è ottenuta attraverso l’interposizione di una membrana apposita può essere indotta attraverso la spalmatura di una pasta che viene posta internamente al tessuto e protetta eventualmente da una fodera, in modo da lasciare traspirare la giacca da trekking.

Questa soluzione, pur essendo leggermente meno efficace rispetto ad una vera e propria membrana impermeabile, offre ugualmente un buon livello di impermeabilizzazione a fronte di un costo decisamente inferiore.

Il processo viene elaborato direttamente in fase di costruzione ed è duraturo nel tempo.

Cos’è una giacca con membrana impermeabile?

Una membrana poliuretanica impermeabile, può venire applicata tra i vari strati del tessuto, incrementando però il peso del giubbino.

This product was presentation was made with AAWP plugin.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su