Come Scegliere La Misura Giusta Per Le Scarpe Da Trekking?

Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione dei link di affiliazione Amazon o Awin, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione, nessun aumento di prezzo ovviamente. Maggiori informazioni qui.

Scegliere la misura giusta per le scarpe da trekking non è facile.

Sono diversi i fattori che concorrono alla pratica e che possono dipendere da situazioni permanenti oppure temporanee. Molto dipende anche dal modello di scarpa, dal taglio stilistico come pure dalle proprietà tecniche della calzatura.

Quello che deve essere il principale principio guida è che una scarpa da trekking deve essere non solo funzionale, ma anche (soprattutto) confortevole.

Per questo è necessario scegliere la giusta misura per poter avere comodità, per evitare escoriazioni o vesciche.

Vero che ci sono i metodi per ammorbidire la scarpa, ma avvicinarsi il più possibile alla scelta più giusta è sempre meglio.

Premesso che molto dipende anche dal modello, il consiglio è quello di prendere sempre mezzo numero in più, in generale.

Ovviamente questo suggerimento non vale sempre e non è sempre veritiero, ma considerando le calze (a volte anche il doppio paio) o l’aggiunta di una soletta (magari ortopedica se si hanno problemi o semplicemente per migliorare il comfort), una scelta lievemente abbondante ci potrebbe stare.



Problemi Ai Piedi: Scegliere La Giusta Misura Della Scarpa Da Trekking

taglie scarpe da trekking

Ci sono piedi che influenzano il tipo di camminata, il tipo di passo. lo si vede soprattutto nel running, ma anche nel trekking.

Per capire di cosa stiamo parlando basta che tu prenda una scarpa che indossi tutti i giorni (anche per andare al lavoro o a fare la spesa), la giri e guardi la suola.

Se è consumata maggiormente nella parte verso l’interno (per intenderci quella che si trova dalla parte dell’alluce), significa che si avrà una camminata prona, se invece il consumo maggiore verte verso la parte esterna del piede (ossia nella zona sotto al mignolo) si avrà a che fare con una camminata supina.

In altri casi la camminata sarà neutra.

Da questa distinzione deriva una considerazione fondamentale: le parti più sollecitate, in caso di camminata prona o supina, sono quindi zone localizzate della calzatura che richiedono attenzione.

Una scarpa troppo larga indossata da chi ha un piede prono o supino, altro non fa che accentuare il problema.

In questi casi, dunque, è consigliabile acquistare una misura non abbondante, rimanendo sul numero standard che usualmente acquisti.

Il motivo è presto detto: un numero giusto offre una stabilità maggiore impedendo al piede di scivolare all’interno della scarpa. In caso di pronazione, infatti, la pianta del piede tenderà a scivolare verso l’interno, in caso di supinazione, invece, verso l’esterno.

Avendo una scarpa più “giusta di numero”, la tomaia stessa andrà maggiormente a fasciare il piede impedendo il movimento interno e andando a “correggere” parzialmente la tendenza ai movimenti laterali.

E’ bene specificare che ci sono modelli di scarpe che presentano dei sistemi correttivi per chi difetta nell’appoggio: in questi casi, a maggior ragione, è consigliabile prendere un numero senza abbondare, limitandosi al massimo ad un aumento di un terzo (1/3 sulla scatola della scarpe) nel caso il camminatore sia solito utilizzare la doppia calza o il calzino spesso.


Quando Scegliere Un Numero In Più Per Le Scarpe Da Trekking?

Premettendo che una scarpa troppo larga non garantisce grande sicurezza negli appoggi e al tempo stesso potrebbe creare anche seri infortuni, ci sono situazioni in cui è necessario scegliere un numero in più rispetto alla normale situazione.

Se, ad esempio, un soggetto quotidianamente per andare al lavoro indossa una scarpa numero 42, è per lui plausibile poter scegliere una scarpa da trekking numero 43.

Solitamente la scelta di un numero maggiore è tipica di chi cammina con appoggi neutri oppure in caso di problematiche ai piedi (rigonfiamenti stagionali), o ancora quando si ha la necessità di inserire una soletta più spessa all’interno della calzatura.

In tutti questi casi, a seconda anche della forma della scarpa e in base al modello, è sicuramente una buona idea scegliere un numero più grande rispetto alla normalità, a beneficio del comfort.

Una casistica molto ricorrente riguarda il rigonfiamento dei piedi.

Durante la stagione estiva, con il calore, il piede è una parte che tende a gonfiarsi e ad aumentare il suo volume.

Ci sono persone che sono molto soggette a tale fenomeno, portando loro a scegliere addirittura un numero maggiore delle scarpe da trekking.

La stessa cosa si verifica durante le lunghe escursioni: il piede, scaldandosi, tenderà a gonfiarsi.

Una scarpa apparentemente giusta di numero potrebbe dunque rivelarsi eccessivamente stretta.

Ciascuno conosce il proprio corpo meglio di altri e se un soggetto è consapevole della questione saprà anche regolarsi di conseguenza.

In questi casi meglio propendere per una scarpa con un numero in più, realizzata in materiale traspirante e confortevole.


Quando Scegliere Mezzo Numero In Più Delle Scarpe Da Trekking?

La risposta più immediata sarebbe “sempre”.

E’ sempre consigliabile scegliere mezzo numero in più delle scarpe da trekking rispetto alla norma sia per compensare eventuali lievi rigonfiamenti del piede in caso di stress eccessivo, sia per consentire al camminatore di indossare un paio di calze più spesso o addirittura il doppio paio di calzini.

Durante le escursioni, inoltre, il piede deve potersi flettere all’interno della scarpa per poter così affrontare alcuni passaggi del percorso che potrebbero essere impegnativi e che richiedono una leggera mobilità.

La regola generale è la seguente: meglio mezzo numero in più che mezzo numero in meno.

Avere a disposizione mezzo numero in più permette di limitare la formazione di fiacche o vesciche, di impedire la manifestazione di irritazioni ed escoriazioni.

Ci sono scarpe che hanno sistemi di allacciatura davvero efficaci: con mezzo numero in più è possibile sfruttarli al meglio.


Come Sono Suddivise Le Taglie Delle Scarpe Da Trekking?

Senza addentrarci nella storia, basta conoscere che solitamente vi possono essere quattro sistemi differenti per indicare la misura delle calzature.

Quella europea (definita anche alla francese e indicata usualmente con la lettera “F” o “I” che è poi anche la nostra), che è espressa in numeri da 35 a oltre 48, quella inglese (UK), quella americana (U oppure USA) e la giapponese.

Sempre sono indicate sulla confezione di acquisto o comunque sotto la linguetta della scarpa.

Queste indicazioni considerano non solo la lunghezza del piede, ma anche la sua circonferenza.

Se tutto sembrerebbe facile, in realtà non lo è, in quanto ciascuna azienda produttrice offre una personale interpretazione della misura, dipendente anche dal taglio stilistico del modello e dalla sua forma.

Ciò comporta che se ad esempio hai una scarpa di un determinato marchio di numero 42 F, oppure 9 1/2 UK, o di qualsiasi altro numero, non è poi così scontato che cambiando marca tu possa trovarti bene con la medesima scelta della taglia.


FAQ: Domande Frequenti


Cosa Significa Scegliere La Misura Giusta Delle Scarpe Da Trekking?

Scegliere la giusta misura delle scarpe da trekking significa calzare una scarpa che offre la sua miglior stabilità al piede e al tempo stesso offra un buon comfort.

Durante le passeggiate in montagna o le escursioni tra i sentieri boschivi è determinante avere il feeling con la calzatura.

Sia a livello amatoriale che agonistico la scelta della scarpa da trekking deve portare ad un modello stabile, sicuro, affidabile e confortevole.

Considerando che talvolta si indossano calze spesse o addirittura doppie, la misura corretta spesso la si trova aumentando di mezzo numero il proprio numero standard, ma per alcuni modelli è opportuno andare ad acquistare anche un numero maggiore, ma dipende pure dal materiale.


I Materiali Influenzano La Scelta Del Numero Della Scarpa?

Certamente sì. I materiali influenzano la scelta.

Una scarpa più rigida potrebbe essere acquistata di un numero maggiore, mentre una più morbida si potrebbe preferire del numero tradizionale oppure con mezzo numero in più.

Ci sono materiali che col trascorrere del tempo (e degli usi) vedono la loro struttura cedere leggermente, tendendo ad allargarsi e a perdere di rigidità, più di altri.

Prima di scegliere il numero della scarpa da trekking è utile dare uno sguardo attento ai materiali con cui la calzatura è prodotta.

I materiali tecnici di oggi hanno diverse proprietà e caratteristiche che è consigliabile conoscere, sia per capire la durata, sia per facilitare l’eventuale trattamento di pulizia.

Materiali quali mesh, poliammide, fibre sintetiche è giusto che vadano a fasciare il piede nella sua parte laterale perchè hanno comunque una buona elasticità, mentre materiali più duri, come pelle o cuoio, tenderanno a rimanere più rigidi e quindi, in questo caso, la scelta di una taglia maggiorata risulterà quella più corretta e logica.


Quanto Influisce Il Design Della Scarpa?

Il design della scarpa da trekking è molto influente sulla calzata.

La scarpa accoglie il piede ma può farlo in diversi modi: ci sono stili che sono più confortevoli, altri che sono più tecnici, anche a seconda dell’utilizzo della calzatura.

Hai Mai Sentito Parlare Di Piede A Pianta Larga O Piede A Pianta Stretta?

Quando si tratta di calzature molto tecniche, è importante scegliere il modello in base al piede, poichè ci sono scarpe pensate anche per piedi a pianta larga e altre che invece sono migliori per quelli a pianta stretta.

Immagina un paio di pantaloni: ci sono quelli cosiddetti slim fit e quelli invece definiti regular.

Per le scarpa vale più o meno il medesimo principio.

Il taglio della scarpa può risultare più stretto, andando ad influenzare la calzata.

In questi casi per avere la giusta misura della scarpa da trekking è consigliabile prendere un numero in più, compensando l’eccesso (eventuale) con una doppia calza, pratica utilizzata da molti sportivi non solo nel trekking, per dare maggiore protezione all apelle del piede.


Come Capire La Giusta Taglia Di Scarpe Da Trekking?

Per capire se la taglia è giusta, una volta ricevuta la scarpa è necessario innanzitutto provarla con le calze appropriate.

Inoltre il tallone va spinto il più indietro possibile e le dita devono potersi muovere una volta che la calzatura è stata allacciata.

E’ giusto avere un po’ di spazio tra la punta e l’alluce, non superiore al centimetro (spesso già questa misura è eccessiva e, infatti, 5-7 mm sarebbe l’ideale).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su