Migliori Guanti da Trekking : Guida alla Scelta e Top 7!

Migliori Guanti da Trekking : Guida alla Scelta e Top 7!

Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione dei link di affiliazione Amazon o Awin, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione, nessun aumento di prezzo ovviamente. Maggiori informazioni qui.

I migliori guanti da trekking sono elementi importanti per l’escursionista perché non solo garantiscono una minima protezione della mano, ma offrono grip nella presa del bastoncino.

Inoltre, nelle stagioni fredde o in luoghi in cui le temperature non sono certo miti, offrono isolamento termico, proprietà importante per chiunque dato che le mani sono le prime a patire delle basse temperature.

Tra i prodotti recensiti consigliamo i guanti Forclaz Trek 900 WTP per le loro proprietà anti vento e anti pioggia, al punto di renderli davvero un ottimo investimento per guanti invernali, mentre i Ferrino Meta appaiono quelli più completi come caratteristiche, per una stagione poco fredda.


Tabella comparativa guanti da trekking

ModelloStagioneLivello di imbottitura sul palmoProprietàFascia di prezzo
Yokamira BNST079InvernoBassissimaMantenimento temperaturaMedio/bassa
SALEWA VF 2 Dst Via ferrata 2EstateBuonaTraspirabilitàAlta
Ferrino MetaMedia/Poco freddaBassaAntiventoAlta
Marmot Spring GloveMedia/Mite invernoAssenteMantenimento temperaturaAlta
Forclaz Trek 900Mite invernoDiscretaAntiventoMedia
Forclaz Trek 900 WTPMite invernoBassissimaAntiventoAlta
Forclaz Trek 100Primavera/AutunnoAssenteNessuna in particolareEconomica


Top 7 guanti da trekking: la scelta di angolosportivo.com

guanti per il trekking

1) Yokamira BNST079

Guanti da trekking (ma non solo) per l’inverno che offrono protezione termica grazie ad una fodera interna in pile e doppio strato, rivestiti esternamente da un tessuto antivento e impermeabile (per piogge lievi).

Inoltre è possibile anche maneggiare lo smartphone grazie alla punta di tre dita che lo consentono (anche ai mancini).

Esteticamente piacevoli, hanno un interno palmo con leggerissimi inserti antiscivolo con grafica a nido d’ape, capace di garantire grande presa.

Non sono guanti pensati specificatamente per il trekking, anche se hanno tutte le caratteristiche che servono per questa disciplina e quindi sono fortemente consigliati.

Sui polsini c’è un elastico appena accennato e sarebbe stato maggiormente gradito un sistema migliore, ma la chiusura viene poi ribadita da una zip pratica e comoda, che chiude discretamente bene.

Le cuciture non infastidiscono e sono irrobustite in modo da prolungare la resistenza e la durata, ma il palmo non presenta alcuna imbottitura, anche se il guanto ha comunque un certo spessore.

Pro :

  • Rapporto qualità – prezzo
  • Grip
  • Estetica
  • Imbottitura in pile

Contro :

  • Polsini migliorabile
  • Imbottitura sul palmo
yokamira Guanti Invernali Antivento Termici Impermeabili per...
  • Guanti caldi aggiornati ad alta densità - I guanti sono stati aggiornati con nuovi materiali sono realizzati con fodera...
  • Il nuovissimo materiale touchscreen a ultra-sensibilità- Il pollice, l'indice e il dito medio adottano la più recente...
  • Design antiscivolo - La parte esterna del guanto è realizzata in gomma PVC di alta qualità con silicone antiscivolo...
  • Progettato con cura - I guanti sono squisitamente realizzati, non è facile uscire dalla linea e l'interno è cucito in...
  • Guanti versatili: Questo guanto da corsa per uomo e donna sono ideali per gli sport invernali all'aperto come...

Ultimo aggiornamento 2020-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


2) SALEWA VF 2 Dst Via ferrata 2

Guanti di qualità a mezze dita, con polsino corto dotato di chiusura a velcro regolabile, tessuto traspirante e imbottitura nel palmo, grazie a poliammide e poliuretano che rendono il prodotto idoneo per trekking alpino anche in percorsi rocciosi.

E’ proprio il poliuretano che offre una buona ammortizzazione e migliora il comfort di questo guanto che si caratterizza per una vestibilità regolare, oltre ad essere leggero, pratico e resistente.

Ha un costo elevato rispetto ad altri guantini, ma è ottimamente realizzato con materiali eccellenti, pur essendo un prodotte semplice.

Indicato per l’estate o la mezza stagione grazie al tessuto Durastretch Active che offre traspirabilità, resistenza e rapida asciugatura dal sudore.

Pur non avendo inserti antiscivolo nel palmo, la presa è comunque buona.

Pro :

  • Leggerezza
  • Tessuto
  • Qualità realizzativa

Contro :

  • Prezzo
  • Mancano inserti antiscivolo
In Offerta
Salewa Steel Vf 2 Guanti, Unisex – Adulto, Black, L
  • Palmo rinforzato
  • Polsino corto
  • Chiusura in velcro regolabile

Ultimo aggiornamento 2020-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


3) Ferrino Meta

Ferrino è un marchio leader assoluto nell’attrezzatura da montagna e questo paio di guanti completi lunghi pensati specificatamente per il trekking e la mezza stagione offrono grandi caratteristiche, a partire da un palmo capace di garantire una presa eccellente per meriti di inserti in silicone.

Il rinforzo è presente solo sul pollice all’interno, ossia sulla parte che va a contatto con l’impugnatura del bastoncino.

Il prezzo è elevato perchè i guanti sono realizzati in maniera impeccabile, le cuciture non infastidiscono e le dita possono utilizzare regolarmente lo smartphone.

L’unica pecca è il polso con la sua chiusura: ci si aspettava qualcosa di più efficace.

Di particolare, nei guanti Ferrino Meta, troviamo il materiale di realizzazione: il Softshell è molto apprezzato nelle giacche e nei giubbini per la consistenza, la leggerezza e la protezione antivento.

L’azienda ha pensato di trasferire gli stessi principi anche sui guanti, con un buon successo e una discreta impermeabilizzazione.

Per questo il consiglio è per un uso in mezza stagione o inizio inverno, dato che non si ha grande isolamento termico.

Pro :

  • Materiale
  • Presa antiscivolo
  • Qualità realizzativa

Contro :

  • Prezzo
  • Chiusura
In Offerta
Ferrino Meta, Guanti da Trekking Unisex, Nero, M
  • Inserti in materiale conduttivo su indice e pollice per l'utilizzo di dispositivi touchscreen
  • Inserti in silicone che offrono una presa ottimale di bastoncini e piccozze
  • Antivento e idrorepellente
  • Prodotto di qualità ottimale

Ultimo aggiornamento 2020-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


4) Marmot Spring Glove

Colpisce l’accoppiamento tra il tessuto sintetico sul dorso che calza perfettamente e la pelle posta all’interno del palmo per dare robustezza e sostanza a un guanto affidabile anche alle temperature più fredde (anche se li consigliamo per autunno e primavera o al massimo per miti inverni).

Le imbottiture mancano e questo è un vero peccato, così come manca anche l’impermeabilizzazione sul dorso della mano.

Internamente il tessuto permette grande traspirazione al punto che il sudore viene espulso attraverso lo strato sul dorso della mano, realizzato in poliammide.

Bellissimi i polsini, che abbinano un comodo elastico ben realizzato ad una chiusura con velcro.

Garantiscono un buon mantenimento della temperatura.

Il paio di guanti è molto elegante e curato nei dettagli, anche nelle cuciture di rinforzo delle dita.

Resistono bene al vento e hanno un piccolo gancio per mantenere unita la coppia in caso di riposizione o di lavaggio.

Pro :

  • Qualità realizzativa
  • Realizzazione di buona fattura
  • Eleganza
  • Pelle nel palmo

Contro :

  • Manca l’imbottitura sul palmo
  • No impermeabilizzazione
Marmot Spring Glove, Sci Leggeri A Molla, Guanti da Trekking...
  • Robusti guanti con rinforzo in Falcon grip per una presa ergonomica e antiscivolo; in Marmot MemBrain in 100% nylon;...
  • Guanti sottili con palmi rinforzati in pelle (0, 6 - 0, 8 mm) per una miglior presa e resistenza; lavabili; fodera...
  • Caldi guanti da uomo, molto traspiranti; trasportano rapidamente l'umidità verso l'esterno ed impediscono l'ingresso...
  • Perfetti per i tour alpini in primavera, gli sport invernali o l'arrampicata su ghiaccio; i guanti da sci sono isolati e...

Ultimo aggiornamento 2020-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


5) Forclaz Trek 900

Forclaz Trek 900

Guanti molto piacevoli che vestono bene e resistono al vento e al freddo.

Rinforzi sulle dita e nell’interno del palmo presenti, per dare risposte migliori di durata e comfort, anche per temperature fredde poco sopra lo zero.

Gli inserti antiscivolo sono presenti non sull’intero palmo ma solo su alcune dita, facendo perdere un po’ di presa all’interno della mano.

La chiusura è semplicemente elastica con un cordino di regolazione.

Purtroppo i guanti non sono impermeabili.

Pro :

  • Resistenza al vento
  • Estetica
  • Rinforzi sulle dita ben realizzati

Contro :

  • Chiusura approssimativa
  • Mancanza di grip sul palmo
  • No impermeabilizzazione

6) Forclaz Trek 900 WTP

Forclaz Trek 900 WTP

Eccellenti nella realizzazione, antivento, impermeabili, realizzati per la maggior parte in morbidissimo cuoio che offre grande durata e resistenza.

Peccano leggermente di grip, mentre il polso e il retro palmo è previsto in tessuto traspirante.

Vanno bene durante l’inverno anche nei mesi più freddi.

Lievi piccoli rilievi sono ricavati sulle dita per facilitare la presa del bastoncino, come anche sulla parte esterna del palmo.

Manca una vera e propria imbottitura nel palmo.

Il sistema di chiusura è elasticizzato regolabile, ma ribadito da una chiusura a strappo discreta ma elegante.

Pro :

  • Robustezza
  • Eleganza
  • Impermeabili e antivento

Contro :

  • Prezzo
  • Grip
  • Manca imbottitura palmo

7) Forclaz Trek 100

Forclaz Trek 100

Guanti da trekking economici, realizzati in pile riciclato, con qualche inserto per ottimizzare il grip sulle dita, ma privi di imbottiture.

Il materiale permette di mandare il sudore verso l’esterno. Ideale per la mezza stagione.

Pro :

  • Economici
  • Morbidi

Contro :

  • Nessun rinforzo
  • Nessuna protezione
  • No antivento
  • No antipioggia

Come scegliere i guanti da trekking


Devo scegliere i guanti in base al tipo di escursione?

Certamente. I guanti da trekking vanno scelti in base al tipo di escursione.

Ci sono escursioni lunghe, altre più brevi, alcune saranno invernali, altre estive, alcuni escursionisti avranno i bastoncini appositi, altri invece saranno senza (in caso di blande passeggiate nei boschi).

Il guanto cambia in base alle situazioni ed è quindi importante conoscerne la tipologia, considerando anche l’impugnatura del bastone.

Come scegliere la taglia dei guanti da trekking?

Il guanto da trekking non deve calzare largo.

In questo caso piegando la mano si formerebbe una piega molto spessa all’altezza del palmo che potrebbe dar luogo a sfregamenti e irritazioni, oltre a generare una possibile perdita di sensibilità con il manico del bastoncino.

Il guanto da trekking deve essere indossato giusto o al massimo leggermente stretto (alcuni prodotti nel tempo possono tendere ad allargarsi).

La taglia si sceglie osservando le tabelle del produttore, misurando la propria mano dalla base dell’indice a quella del mignolo e dalla base del polso alla punta del dito medio.

Una volta che avete indossato i guanti prova a stringere il pugno per sentire se avverti fastidio alle cuciture o alle dita.

Se non percepisci sensazioni strane significa che la taglia è corretta.

Considerate di valutare la possibilità di acquisto di una taglia più grande nel momento in cui avete da indossare i sottoguanti.

Come sono fatti i guanti da trekking? Meglio guanti interi o a mezze dita?

I guanti da trekking possono essere completi oppure a mezze dita, a seconda delle proprietà del guanto stesso.

Quelli a mezzo dito sono più indicati per l’estate in percorsi semplici o di media difficoltà, mentre quelli interi vanno meglio in caso di uscite invernali oppure in alta montagna, ma sono consigliati anche in sentieri rocciosi, dove è probabile che siano necessari gli appoggio delle mani alla roccia.


Cosa guardare per scegliere i guanti da trekking?

  • Materiale: i materiali sono sintetici e molto performanti. La poliammide dona resistenza, l’elastan offre adattabilità, altre fibre garantiscono ottima presa e traspirabilità, consentendo al sudore di asciugare al più presto.
  • Comfort: il guanto da trekking deve essere confortevole, come le calze. Mani e piedi rivestono infatti un ruolo determinante nel trekking. Adattabilità e morbidezza sono aspetti da considerare. Il guanto deve essere una seconda pelle, dare valore aggiunto e non infastidire. Attenzione alle cuciture alla base delle dita. Alcune sono grosse e possono causare irritazioni per sfregamento.
  • Chiusura: il modo di chiusura è importante. Diffidare da una semplice chiusura elastica perché non è molto sicura e alla lunga potrebbe perdere il suo effetto. Meglio scegliere un sistema a strappo o a cerniera. Questo secondo metodo è preferibile per i guanti invernali perché limita maggiormente l’ingresso del freddo, mentre lo strappo è tipico dei guanti a mezze dita.
  • Imbottitura: l’imbottitura non solo migliora il comfort ma anche la durata e la resistenza del guanto. Alcuni prodotti prevedono nel palmo una imbottitura che rende più morbida la presa del bastoncino, distribuendo meglio l’azione di sfregamento che si verifica tra impugnatura e palmo della mano. Inoltre le imbottiture aiutano quando è necessario appoggiare la mano su rocce o terreno in alcuni passaggi.
  • Interno del guanto: questo parametro ha la sua importanza per i guanti invernali. Alcuni prevedono l’interno in pelo o in pile per mantenere calda la mano.
  • Palmo della mano: la parte fondamentale del guanto è il palmo. Il materiale qui deve essere molto curato, antiscivolo, confortevole, resistente, in quanto è proprio quella zona che è soggetta a maggior attrito e usura. Infatti il palmo è generalmente più spesso e più contare su degli inserti antiscivolo.
  • Dorso della mano: il dorso difficilmente è protetto e nessun guanto da trekking contempla protezioni. Il tessuto del guanto sulla parte del dorso deve unicamente garantire isolamento (nei modelli invernali), ventilazione e traspirazione, consentendo l’evacuazione del sudore.
  • Appendici: le appendici riguardano la possibilità di appendere i guanti allo zaino agganciandoli con appositi ganci in modo da non perderli quando si tolgono oppure prima di iniziare l’escursione. Non tutti hanno il sistema di aggancio ma è un parametro che potrebbe tornare utile.

FAQ: Domande Frequenti


Cosa sono i sottoguanti?

I sotto guanti sono dei guanti molto più fini che servono unicamente per dare maggiore protezione termica o per facilitare la traspirazione, migliorando quella del guanto vero e proprio.

Sono solitamente molto fini e realizzati in materiale sintetico senza grandi proprietà di resistenza e durata.

Devono essere comodi e confortevoli. Se indossate i sottoguanti, prestate maggiore attenzione alla scelta delle giusta taglia del guanto.

Come lavare i guanti da trekking?

Lavare i guanti da trekking è un’operazione delicata ma importante. Un guanto sudato e sporco può causare deposito di batteri e irritazioni alla pelle delle mani.

Innanzitutto è meglio lavare i guanti al rovescio semplicemente immergendoli in una vasca di acqua tiepida con del detersivo neutro, non aggressivo. Evitare sia l’asciugatura al calore diretto che la stiratura.

Trattare i guanti nel modo sbagliato vorrebbe dire fare rovinarli irreparabilmente, facendo perdere loro elasticità, mantenimento termico, e grip.

Gli inserti in silicone o in gomma che molti modelli hanno sul palmo della mano, sono efficaci ma al tempo stesso delicati.

L’eccessivo calore andrebbe ad allentare le fibre elastiche e a far perdere le proprietà della parte gommata di maggiore aderenza. (Vedi anche : Come lavare lo zaino da Trekking)

E’ consigliabile avere due paia di guanti?

Da indossare durante una escursione è meglio scegliere un kit guanti e sotto-guanti, in caso di particolare sensibilità della pelle, evitando i doppi guanti.

E’ invece fortemente consigliato avere almeno due paia di guanti per il trekking, uno per l’estate e uno per l’inverno o comunque uno di scorta, da portare con sé specialmente negli itinerari più lunghi o sviluppati su più giorni.

Che differenza c’è tra guanti da trekking e guanti da nordic walking?

Purtroppo molti tendono ad assimilare le due tipologie di guanti, ma le differenze sono enormi, sia come consistenza che come categoria.

I guanti da nordic walking sono solitamente a mezze dita, molto sottili e leggeri per aumentare la sensibilità della mano, al fine di percepire pienamente la tecnica del movimento tipico della specialità.

Diversamente, il trekking richiede una differente applicazione e quindi prevalgono altre caratteristiche, come la necessità di avere un isolamento termico, un mantenimento della temperatura e dei rinforzi più spiccati.

This product was presentation was made with AAWP plugin.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su