Migliori Bici Da Corsa Sotto I 3000 Euro : Guida alla Scelta

Se stai cercando una soluzione vagliando le migliori bici da corsa sotto i 3000 euro allora avrai sicuramente già un buon budget da spendere e da gestire.

Rispetto a qualche anno fa con questa cifra puoi comprare un modello interessante, completo e con dispositivi all’avanguardia della sicurezza e della tecnica.

Fino a qualche tempo addietro si parlava di telaio in carbonio o di freni a disco solamente per modelli extra lusso, mentre oggi questi stessi elementi sono quelli che potresti tranquillamente ritrovarti su una modelli di bici da corsa con budget massimo di 3000 euro.

I modelli recensiti sono quasi tutti nuovissimi e riguardano la gamma 2021 o 2020.

Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione Amazon, Decathlon e altri, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione.

Solo la bici Van Rysel Ultra CF è rappresentativa di un modello non di ultimissima generazione ma che ancora è in vendita proprio per le sue caratteristiche.

Il target di pubblico per bici da corsa il cui prezzo oscilla tra 2000 e 3000 euro è abbastanza selettivo e difficile.

Per questo, le nostre recensioni più che sugli aspetti tecnici (che bene o male si assomigliano in questa fascia di mercato), si focalizzano sulle sensazioni di guida e sulle sensazioni che vengono rilasciate allo sportivo, che sono quelle che poi maggiormente interessano il ciclista.

Egli, infatti, non è alla ricerca del tempo di gara, ma piuttosto di piacere, libertà, pace e benessere.

Le nostre recensioni ci portano ad affermare che secondo il nostro parere la bici Van Rysel EDR CF Ultegra rientra tra le migliori bici da corsa sotto i 3000 euro.

Una seconda possibilità è data dal modello Felt VR Performance 105.


Migliori Bici Da Corsa Sotto I 3000 Euro : La Top 7 Di Angolosportivo.Com

bici da corsa fascia alta-2
ModelloPesoCaratteristiche
Felt VR Performance 1058,85 kgRapporto Qualità Prezzo
Van Rysel Ultra CF7,60 KgDinamismo E Precisione Di Guida
Specialized Tarmac Sport SL69,15 KgVelocità
Van Rysel EDR CF Ultegra12 KgPerformance
Cannondale Synapse Carbon 105Confort


1) Felt VR Performance 105

Felt VR Performance 105

La bici da corsa Felt VR Performance 105 incarna probabilmente il miglior rapporto qualità prezzo di una certa nicchia di telai da corsa votato alle prestazioni.

Il prezzo oscilla tra 2.000 e 3.000 euro e permette a acquista tale modello di poter dire la sua in diverse situazioni, avvalendosi anche dei freni a disco idraulici che non tutte le bici di tale fascia hanno.

I freni a disco, infatti, rappresentano il vero valore aggiunto per il ciclista, specialmente se questo non ha particolare esperienza.

La bici, infatti, si adatta perfettamente anche a chi vede il ciclismo come una semplice passione amatoriale.

L’impianto frenante Shimano è decisamente buono, di livello e soprattutto modulabile nelle diverse situazioni, anche durante quelle più impegnative e improvvise da gestire.

Il telaio è il Felt VariableRoad 3.0 realizzato interamente in fibra di carbonio UHC Performance e il gruppo di cui si avvale il ciclo è lo Shimano 105 a 11 velocità.

Il peso della bici è di 8,85 Kg. Una nota va spesa sulla posizione di guida, la quale è eretta e confortevole per le lunghe percorrenze, vera indole di questa bicicletta.

Anche i cerchi non sono affatto male e già vedono la predisposizione per i pneumatici tubeless.

L’insieme genera una bicicletta non troppo rigida e non eccessivamente estrema, sebbene possa pagare qualcosa in velocità nei tratti pianeggianti.

La cassetta da 11- 34 denti offre maggiore propensione ad affrontare qualche salita in più perdendo un po’ nelle parti pianeggianti.

La bici da corsa Felt VR Performance 105 non è un modello per velocisti, ma regala soddisfazioni a chi desidera percorrere in pieno comfort e con buona soddisfazione le tratte settimanali di piacevole allenamento per tenersi in forma.

Pro:

  • Rapporto Qualità Prezzo
  • Comfort
  • Freni A Disco
  • Posizione Di Guida

Contro:

  • Velocità

2) Van Rysel Ultra CF

Van Rysel Ultra CF

Una bici da corsa da uomo di buon livello proposta da Decathlon ad un prezzo davvero interessante.

Il telaio Ultra RCR CF è la perfetta sintesi tra leggerezza e dinamismo, senza però trascurare il rendimento.

Il cambio è con trasmissione Shimano Ultegra R8000 52/36 a 11 velocità, estremamente affidabile.

Un sicuro vantaggio di questo modello deriva dal telaio realizzato con fibre Evo Dynamic, pensato espressamente per le salite, anche le più impegnative.

Anzi, è proprio in questo contesto che questa bicicletta sa rendere al meglio.

La leggerezza del telaio è incredibile: nella taglia media, arriva a malapena a 850 grammi, offrendo qualcosa difficilmente replicabile sul mercato da modelli concorrenti.

Il ciclista sa avvalersi di grandi prestazioni anche grazie ad un telaio così leggero e dinamico capace di offrire anche la giusta rigidità per favorire la reattività dell’intero ciclo.

Sa segnalare anche la forcella interamente realizzata in carbonio.

I freni non sono a disco (come nella grande maggioranza delle bici da corsa al di sotto dei 3000 euro), ma sono della serie Ultegra di Shimano (Direct Mount all’anteriore e R8000 al posteriore) e offrono una frenata potente e sicura.

Di fatto sono anche regolabili ma non è semplice farlo. Una nota interessante la meritano le ruote Mavic, le quali sono affidabili, realizzate in carbonio e hanno un profilo aerodinamico.

Una bici dal rapporto qualità prezzo vantaggioso, con un telaio realizzato interamente in carbonio e di qualità, con la possibilità di saper esaltare chi desidera andare veloce, ma anche chi sa esprimersi in salita.

Reattività e precisione sono sicuramente due variabili che il ciclista potrà ritrovare in questa bicicletta da corsa.

Una nota stonata è il piantone della sella: quel tubolare tende a scricchiolare e richiede quindi una leggera lubrificazione,

Pro:

  • Rapporto Qualità Prezzo
  • Telaio
  • Dinamismo E Precisione

Contro:

  • Scricchiolio Tubolare Reggisella

3) Van Rysel EDR CF Ultegra

Van Rysel EDR CF Ultegra

Una tra le migliori biciclette da corsa al di sotto dei 3000 euro è la Van Rysel EDR CF Ultegra.

Il motivo è presto detto: il nuovo telaio Endurance EDR sa essere versatile e adeguarsi alle esigenze e agli stili dei vari ciclisti che vogliono affrontare la montagna così come i percorsi misti e più guidato.

Il telaio appare però abbastanza nervoso e per questo serve qualcuno che riesca a domarlo nelle varie situazioni.

Ciò significa che questo modello strizza l’occhio volentieri al ciclista prestante e non certo a quello occasionale.

Un notevole punto a favore sono i freni a disco: una rarità sulle bici da corsa con prezzi al di sotto dei 3000 euro.

Le bici Van Rysel EDR rappresentano il nuovo segmento del brand dedicato alle biciclette ad alte prestazioni.

Sono modelli in grado di sorprendere per la loro capacità di essere guidabili su percorrenze medio lunghe prevalentemente su itinerari che alternano salite e a tratti pianeggianti.

Essendo un telaio particolarmente nervoso è bene ottimizzare il controllo durante le discese.

In questi tratti la bici saprà rispondere bene, ma serve il controllo.

Pro:

  • Telaio
  • Performance

Contro:

  • Nervosa
  • Difficile Da Controllare In Discesa

4) Specialized Tarmac Sport SL6

Specialized Tarmac Sport SL6

Inseriamo nella nostra valutazione il modello Specialized Tarmac Sport SL6 come una delle migliori biciclette da corsa sotto i 3000 euro perché ha delle particolarità a nostro avviso uniche, per il tipo di utilizzo.

Il telaio in carbonio contribuisce ad avere una buona maneggevolezza in ciascuna fase.

Questa bici è pensata per favorire la velocità e offre un ottimo bilanciamento che permette un controllo ottimale.

Per il tipo di telaio e per la ciclistica installata, questa bici la consigliamo a tutti coloro i quali amano affrontare i saliscendi collinari alternati a veloci discese.

Ma la vera peculiarità consiste in un’altra caratteristica, sicuramente innovativa e che spinge il livello ancora più in alto: Specialized ha pensato a questo modello rendendolo ideale per affrontare tragitti ventosi, specialmente con il vento contrario.

Quindi discesa ma anche strade particolarmente impegnativi, come valli montane e non solo.

I tubolari sono dinamici per dare maggiore spinta quando c’è da andare veloci e i freni a disco rispondono molto bene anche quando clima e terreno sono complicati.

Questa bici è una delle migliori per andare veloci nella sua categoria.

Nonostante il peso di 9,15 Kg, che non è certo il più leggero del settore, ma contribuisce a far capire la validità del telaio, dandogli stabilità.

Un difetto, se possiamo chiamarlo tale, è probabilmente l’estetica: la bici è bellissima, ma osservandola non trasmette proprio la sensazione corsaiola, ma è una caratteristica del brand Specialized.

Pro:

  • Velocità
  • Telaio
  • Fruibilità

Contro:

  • Estetica Poco Corsaiola

5) Cannondale Synapse Carbon 105

Cannondale Synapse Carbon 105

Ecco un altro modello interessante che offre leggerezza, velocità, ma soprattutto comfort, nonostante il telaio abbia una certa rigidità.

Il meglio di questo mezzo lo scoprirai nel tempo, chilometro dopo chilometro e pedalata dopo pedalata.

La sensazione di fatica che avrai sarà minore perché la telaistica è sviluppata proprio con questo scopo.

Questo grazie alla geometria Endurance che sposta il baricentro del tuo corpo in avanti ottimizzando il rendimento e offrendoti maggiore velocità.

Il peso è di 9,16 Kg.

Questa è una bici atipica perché può essere trasformata, in seguito ad un intervento fai da te, anche in bici puramente da strada vista la predisposizione per alcuni optional che contrastano con lo spirito corsaiolo.

La dimostrazione la si ha anche dalle 22 rapportature del cambio che rendono maggiormente fruibile il mezzo offrendo così maggiore versatilità.

I freni sono a disco.

L’estetica porta a credere che non sia una vera e propria bici da corsa vera e propria, anche se in realtà non è così.

Pro:

  • Cambio A 22 Rapporti
  • Comfort

Contro:

  • Estetica

6) Cannondale CAAD Optimo 4

Cannondale CAAD Optimo 4

Magari il marchio non dice molto a chi non è un super esperto del settore, ma le biciclette da corsa Cannondale sanno essere piacevoli e versatili, inserendosi con merito tra le migliori bici da corsa con prezzo inferiore a 3000 euro.

Cannondale CAAD Optimo 4 sa proporre un compromesso difficile da ritrovare in altri modelli di pari grado: prestazioni, potenza, efficienza di rendimento si miscelano alla perfezione per un modello trasversale che sa accontentare diverse esigenze all’interno di questa nicchia di mercato, proponendo un design molto pulito e aerodinamico.

I cavi non si vedono e passano all’interno per favorire estetica e aerodinamicità.

Ciò non significa che la manutenzione sia complessa: il sistema (chiamato ACR) è interessante e sicuramente vantaggioso, ma non complesso.

Ottimo anche il sistema di serraggio sella.

La telaistica monoscocca in carbonio dona rigidità e questo corrisponde ad una immediata reattività che si traduce in potenza, dove lo sportivo riesce a trasferire forza ad ogni pedalata.

Il cambio Shimano 105 è a 11 velocità è la cassetta 11-34 limita la velocità, ma un compromesso era plausibile.

Questa non è una bici fatta per andar velocissimi, ma più che altro è piacevole sfruttarla nel misto e metterla alla prova nei tratti guidati per apprezzare la telaistica e la qualità della componentistica.

Pro:

  • Qualità Generale
  • Aerodinamica
  • Telaio

Contro:

  • Velocità

7) BH G7 Pro 5.0

BH G7 Pro 5.0

Questa è una “signora bici da corsa” appartenente alla linea 2020 e in grado oggi di offrire un miglior rapporto qualità prezzo proprio per il fatto che è un modello dell’anno scorso.

Leggerezza e velocità vanno a braccetto e offrono grandi aspettative.

Il telaio è in carbonio monoscocca prodotto con una particolare tecnica di produzione che consente di avere una maggiore compattezza delle superfici e più regolarità dello spessore.

Il telaio è dunque leggerissimo e non arriva a 850 grammi.

Shimano Ultegra è l’equipaggiamento che la fa da padrone sul modello, anche per i freni che non sono a disco.

Questo modello già si colloca al limite dei 3000 euro e potrebbe anche superarlo leggermente, ma già offre un approccio differente al mondo delle bici da corsa, accompagnando il ciclista alla nicchia di classe superiore.

Per questo il cliente di questa BH G7 Pro 5.0 deve essere un esperto.

Pro:

  • Qualità Del Telaio
  • Equipaggiamento Shimano Ultegra

Contro:

  • Mancanza Freni A Disco
  • Per Esperti

FAQ: Domande Frequenti


Bici Da Corsa Con 3000 Euro: Cosa Comprare?

Per una bici da corsa, disporre di un budget da 3000 euro è sicuramente il modo migliore per comprare un mezzo interessante, indipendentemente dalla marca e con alcune peculiarità che possono essere tipiche di biciclette di classe superiore.

Sicuramente è difficile trovare una bicicletta con dei freni a disco, i quali sono tipici di soluzioni più costose e pregiate.

Con il budget indicato, alcune marche propongono modelli entry level mentre altri offrono prodotti più complessi e di fascia intermedia.


Meglio Una Bici Da Corsa Assemblata O Da Assemblare?

Lo stesso discorso vale per i computer fissi: meglio un assemblato oppure uno proposto già completo?

Allo stesso moto la domanda è adeguabile anche alle biciclette da corsa. La risposta è univoca: dipende.

  • Che uso farai della bicicletta?
  • Dove andrai?
  • Quanto tempo la utilizzerai?
  • Perché stai comprando con un budget da 3000 euro?
  • Avrai altre risorse economiche più avanti?

Sono tutte domande lecite e importanti che aiutano a comprendere alcuni aspetti.

Se più avanti potrai disporre di altro denaro da investire nel settore, allora potrai personalizzare e customizzare la bicicletta come vorrai, migliorando alcuni particolari come le ruote e la sella, ma pure i freni.

Se invece non hai molto margine di manovra sotto il fronte economico allora cerca già un buon assemblato, ovvero un modello capace fin dal primo utilizzo di darti soddisfazione e completo di una componentistica di tutto rispetto.

Cerca dunque tra le migliori bici da corsa al di sotto dei 3000 euro quella con il miglior rapporto qualità – prezzo.

Il target di prezzo indicato offre diverse possibilità.


Perché È Importante Il Telaio In Carbonio?

Se fino a qualche anno fa era impensabile spendere 3000 euro e avere una bicicletta da corsa con il telaio in carbonio, oggi è quasi la regola.

Il merito è certamente delle case produttrici che hanno ridotto i costi e ottimizzato le risorse. In questo modo, anche su una bicicletta dal prezzo inferiore a 3000 euro è possibile trovare un ottimo telaio realizzato in carbonio.

Questo componente rappresenta l’aspetto basilare per poter usufruire di un telaio ottimale e soprattutto leggero.

E questo è certamente un componente al quale dare la principale importanza, a discapito magari di altri.

Meglio scegliere una bici con un telaio in carbonio di qualità, indipendentemente dalla finalità dell’acquisto della bicicletta da corsa.


Quali Sono Le Caratteristiche Di Una Bici Da Corsa Al Di Sotto Dei 3000 Euro?

Una bici da corsa il cui prezzo è inferiore a 3000 euro ha solitamente delle caratteristiche entry level per il settore delle bici da vero amatore o da passista.

Questo era una certezza assoluta fino a qualche tempo fa, ma oggi qualcosa è cambiato.

I modelli nuovi vedono un telaio in carbonio e su qualche bicicletta iniziano a comparire i freni a disco, spesso riservati a modelli di categoria superiore.

Qualche compromesso è però giusto considerarlo poichè vi sono modelli di bici che superano anche i 7000 euro e una differenza deve per forza esserci.

Magari le ruote non sono di primissimo ordine, come pure alcuni altri particolari, ma sicuramente si riesce a trovare un buon mix di componentistica.

Il cambio, ad esempio, non è certo tra punti migliori dell’equipaggiamento e, per limitare i costi (oltre che per seguire le mode del momento) spesso offre 11 velocità, anche se su alcuni modelli questi vengono raddoppiate.

Dal punto di vista della guida, sono bici che tendono a offrire comfort, peccando magari nel design che appare, talvolta, poco corsaiolo e più stradistico, ma è anche giusto così per il tipo di clientela del settore.


C’è Un Modello Di Riferimento Per Questa Fascia Di Prezzo?

Sì ed è la bicicletta da corsa Pinarello Gan.

Il marchio è molto quotato e propone prodotti di qualità elevata, con componentistica di prim’ordine.

Diciamo subito che il rapporto qualità – prezzo non appare tra i più interessanti dell’intero settore, ma sulla validità del prodotto non si discute.

Estaticamente le bici da corsa Pinarello si distinguono per un telaio abbastanza grosso, con i tubolari massicci che trasmettono un buon senso di solidità.

Il materiale principale è il carbonio, mentre il cambio è lo Shimano Ultegra R8000 a 11 velocità.

Purtroppo mancano i freni a disco. La bici pesa meno di 8,5 Kg e questo è certamente un buon risultato sulla bilancia.

Nella gamma Pinarello la Gan si colloca in una fascia bassa.

Di per sé deriva dai modelli più performanti e di alta fascia: la principale differenza sta nel telaio, che si presenta in questo caso più versatile e meno estremo.

Questa peculiarità rende il mezzo idoneo ad essere utilizzato anche da coloro i quali non hanno la vocazione agonistica, ma che si accontentano di essere buoni amatori del ciclismo.

Qualcuno definisce la Pinarello Gan come una bicicletta da corsa, dal prezzo prossimo ai 3000 euro, di livello entry level, ma probabilmente è un po’ esagerato visto l’impegno economico richiesto.

Anche la stessa casa di produzione talvolta si lascia andare a dichiarazioni che sembrano quasi sminuire il prodotto e forse anche per questo il brand non è riconosciuto per il suo rapporto qualità prezzo.

Di entry level sulla Gan ci ritroviamo ben poco, a partire dal carbonio impiegato per la realizzazione del telaio, principale virtù grazie alla quale è possibile abbattere il peso del ciclo.

Quello che è questa bici fa capire come il mercato sia più vario e capace di offrire tante possibilità di acquisto, valorizzando i modelli da noi recensiti.

Torna su