Cosa Fare in Montagna con la Pioggia : I Nostri Consigli!

Cosa Fare in Montagna con la Pioggia : I Nostri Consigli!

Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione dei link di affiliazione Amazon o Awin, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione, nessun aumento di prezzo ovviamente. Maggiori informazioni qui.

La montagna è splendida con la neve, magnifica con il sole e misteriosa con pioggia e nuvole.

A qualcuno, però, è proprio quest’ultimo scenario che piace più di altri e se ti stai chiedendo cosa fare in montagna con la pioggia, ecco alcune idee interessanti che ti consentiranno di non sprecare la giornata.

Ricordati sempre di una cosa, che per vivere bene l’esperienza di una vacanza in montagna è fondamentale: devi sempre avere un piano B. Il maltempo in montagna ti può sorprendere da un momento all’altro, anche improvvisamente.

Oggi è bello, non vedi una nuvola in cielo e l’indomani ti svegli con un cielo nuvoloso o addirittura piovoso. Preparati per tempo.


Table Of Contents


pioggia in montagna

Percorso Benessere

Se sei in montagna, magari in vacanza e piove, una possibile e validissima alternativa è rifugiarsi in un centro termale o wellness intraprendendo un percorso benessere.

Un giorno di relax ci può stare.

Sicuramente è più costoso di una passeggiata, ma diventa un’occasione per dedicare del tempo a sé stessi, riscoprendo il piacere di un’acqua calda e avvolgente, di un massaggio rigenerante o di una sauna depurante.

L’opzione diventa ancor più apprezzata e valida se già nei giorni precedenti hai svolto escursioni e quindi il tuo fisico, a maggior ragione, necessita di un giorno di riposo.

Qualche coccola ai tuoi muscoli è meritata e ti permetterà di vivere al meglio anche i giorni successivi.

Se sei in montagna in un luogo turistico (ad esempio Alto Adige, Valtellina o Val ‘Aosta), avrai modo di recarti quasi certamente in un centro benessere a poca distanza in auto dal luogo in cui risiedi.

Una mezza giornata in un centro benessere trasformeranno la tua giornata, nonostante la pioggia, regalandoti delle sensazioni comunque appaganti.


Sport Indoor

In alcune zone di montagna ci sono centri sportivi che offrono la possibilità di praticare attività indoor.

Dalla semplice giornata in palestra, al campo da tennis coperto, dalla piscina allo squash, ma soprattutto l’arrampicata indoor, un’esperienza davvero particolare e unica.

Se sei in compagnia di figli, moglie, fidanzata, amici, nipoti, scoprirai quanto sua divertente provare a scalare un muro come fosse il Monte Cervino o il Rosengarten.

E non puoi nemmeno trovare la scusa che non avrai l’attrezzatura perché nella maggior parte dei casi tutto ti verrà fornito a noleggio.

Maglietta e pantaloni, scarpe da montagna o comunque sportive e calze le avrai sicuramente, mentre l’attrezzatura la otterrai sul posto.

Sfrutta il territorio: castelli, musei e altro

Avevi in programma l’escursione o la gita in montagna e invece piove?

Poco male. Sfrutta ciò che il territorio ti propone perché spesso sono la natura e la territorialità ad offrirti un piano B.

Se sei in Val’Aosta, ad esempio, avrai la possibilità di visitare molti castelli.

Ti muoverai in auto ma nel raggio di 50 km potrai entrare a visitare almeno 5-6 castelli.

Lo stesso potresti pensare di farlo in Trentino Alto Adige.

Qui avrai la possibilità di visitare anche dei musei che ti racconteranno la storia del luogo e ce ne sono davvero molti.

La montagna è luogo di musei speciali e sicuramente unici perché legati a doppio filo alla storicità e alla geografia del luogo.

Il museo dello speck, ad esempio, lo trovi solo in Alto Adige, non certo a Milano, come pure il museo dedicato alla Mummia Otzi, oppure il Museo della Fontina in Val’d’Aosta o quello dello Spazzacamino in Valvigezzo.

Ciò vale sicuramente anche se sei all’estero o in altri luoghi: troverai sempre un luogo al chiuso che espone la storia del posto perché di certo troverai qualcosa da vedere in località di montagna anche quando piove.

Se sei in albergo, avrai a disposizione cartine, riviste, libricini dell’ente turistico locale che sapranno fornirti indicazione preziose su cosa visitare nei dintorni.


Guidare Fino Al Passo

C’è chi ama follemente la guida, chi apprezza i motori e i veicoli, a quattro o a due ruote poco importa.

Quando il tempo è incerto e piove, hai l’occasione giusta per apprezzare la tua auto o la tua moto (se hai l’abbigliamento appositamente pensato per il bagnato) tra i tornanti montani, fino a raggiungere una meta, che potrebbe essere un passo alpino.

Di solito, indipendentemente dal luogo, la montagna propone itinerari e strade panoramiche che vale la pena percorrere anche sotto la pioggia.

Non solo sono strade divertenti da affrontare al volante, ma riescono pure a dare quel senso di gratitudine interessante e appagante.

E poi chi dice che magari, una volta scavalcato il passo, dall’altra parte non ci possa essere bel tempo o comunque che la pioggia dia una tregua?

Guidare sotto la pioggia, con prudenza e con senso civico, è una delle attività migliori che si possano fare quando la passione per l’auto è forte.

Puoi lasciare moglie e figli in un centro benessere e prenderti un’ora o due solo per te, oppure se sei con amici potete condividere l’esperienza.

Non serve andare forte per divertirsi, anzi.

E’ possibile sorridere anche a velocità da codice, su una strada bella da percorrere.


Visita La Città

Quando piove nelle valli la città si popola.

Questo è un dato di fatto. Visitare una città in montagna durante una giornata piovosa permette di muoversi in auto, di lasciarla in un parcheggio coperto e di fare qualche passo a piedi sotto i portici o di rifugiarti nei centri commerciali (solitamente nelle città montane capoluoghi di provincia o in vicinanza).

All’interno dei negozi non ti bagni, anche se però, tra le varie proposte questa è forse la meno allettante, specialmente se la città non è dotata di percorsi al coperto.

In alternativa puoi visitare delle grotte se presenti in zona.


Tour Eno Gastronomici

Se piove e ti salta l’escursione, pensa ad un tour eno gastronomico.

Dipende molto dal luogo in cui ti trovi, ma, ad esempio, l’Alto Adige offre spesso la possibilità di far visita alle cantine vinicole non solo per acquistare i prodotti vinicoli locali, ma per fare veri e propri assaggi.

Questo è anche possibile presso alcuni caseifici o salumifici.

Soprattutto se si hanno appresso figli o nipoti, visitare un’azienda agricola o una cantina vinicola, capire come producono vini, salumi e formaggi è sempre un’esperienza molto interessante che arricchisce culturalmente tutti e soprattutto aiuta lo scorrere del tempo mentre fuori piove.

Infine ci sta pure un bel pranzo in locali della zona o addirittura nei locali adiacenti gli stessi luoghi oggetto di visita.

Spesso sono anche i gestori di alberghi o i proprietari di cantine e aziende agricole che consigliano i migliori posti per mangiare e bere.

I bambini potrebbero apprezzare molto gli agriturismi per la presenza di animali che attirano la loro attenzione.

Inoltre è buona cosa capire se è possibile svolgere una visita guidata: alcune fattorie sono definite didattiche proprio per questo motivo.

Prima di partire per la vacanza, informati attraverso internet in merito a luoghi in cui è possibile fare degustazioni, assaggi o addirittura dove è ammesso l’accesso all’area produttiva.

Oltre al gusto, abbinerai anche la cultura sensoriale dell’olfatto, apprezzando l’arte di lavorare la terra e trasformarne i suoi prodotti.


Trekking

Sì, non dubitare.

Ci sono persone che amano camminare sotto la pioggia in montagna, sentendo metro dopo metro l’odore dell’aria, del legno bagnato, dell’erba umida.

Non stiamo dicendo di andare a scalare una parete o di avventurarsi in sentieri lunghi e impegnativi, ma una passeggiata o un’escursione con la pioggerellina non è poi nemmeno così male.

Senza considerare che se stai facendo un’escursione di più giorni oppure decidi di uscire in giornata, le volubili condizioni meteo possono regalarti uno scroscio di pioggia o un temporale improvviso.

A parte questo, ci sono escursionisti che amano la pioggia e non per questo rinunciano all’escursione o al loro percorso.

Il consiglio è di avventurarsi sotto l’acqua in maniera attrezzata, con giacca impermeabile, magari un cappello, le coperture apposite per lo zaino e scarpe adeguate.

Se proprio non riuscite a stare al chiuso, scegliete un percorso semplice, dove il fango o l’erba bagnata non possano compromettere la sicurezza e la stabilità.


Stai In Camera

Se sei in albergo stai in camera, se invece sei in campeggio rimani in tenda o in camper.

A fare cosa?

Semplice: leggi oppure gioca con i tuoi compagni di viaggio, specialmente se sono bambini o ragazzini.

Infatti metti sempre nel bagaglio un libro, un gioco in scatola e le carte.

Non occupano molto spazio ma ti torneranno utili proprio un caso di pioggia.

Un piccolo trucco: se disponi di giocare con i tuoi figli piccoli (tanto fuori piove), questi il giorno dopo faranno più volentieri qualcosa che proporrai tu, magari una faticosa escursione o la visita presso una città.

Capiranno che il giorno prima li hai accontentati e loro cercheranno di accontentare te.

A volte i bambini non hanno voglia di camminare e si annoiano, ma se il giorno prima hai giocato con loro hai più probabilità che decidano di assecondare il tuo volere, ottenendo così il loro consenso.

Se poi hai dietro un tablet o un computer portatile, hai modo di provare qualche videogioco, magari organizzando un torneo interno.

Una buona alternativa è vedere un film alla Tv oppure al computer, sfruttando la connessione wifi dell’albergo oppure la connessione che hai all’interno del camper.

Infine, come ultimissima ipotesi, se hai del lavoro arretrato da fare al computer (ordinare le foto, fare pulizia nel notebook, cancellare vecchie e email) puoi farlo: svolgere queste operazioni in camera d’albergo con davanti un monte innevato o un bosco, con un panorama unico, è sicuramente meno stressante che fare lo stesso lavoro dall’ufficio con gli autobus che passano ogni cinque minuti.


Alcuni Consigli Per Vivere Al Meglio La Montagna Quando Piove

Sei in procinto di partire per qualche giorno in montagna?

Che sia vacanza o week end poco importa, così come passa in secondo piano se starai da amici, in hotel o nel camper.

Per il tuo piano alternativo è importante che ti prepari con anticipo.

Internet sicuramente ti aiuta e il nostro consiglio sarebbe già da mettere in pratica prima ancora della partenza.

Informati sul web di cosa offre il territorio in cui andrai, che attrazioni ci sono, a che distanza, in modo che potrai preparare un paio di itinerari in caso di pioggia.

Così facendo il maltempo non ti rovinerà troppo i piani e tu potrai avere più margine di manovra senza dover perdere troppo tempo al momento di decidere.

Se sei con la famiglia, avrai già a disposizione un paio di alternative da far scegliere, evitando discussioni e tensioni dell’ultim’ora.

Stampati qualche indicazione, prendi qualche appunto e tienilo sempre a portata di mano, nel cassetto porta oggetti dell’auto o del camper.

Informati in anticipo su cantine che propongono tour guidati, in modo che hai già le idee chiare se dovessi andarci.

Se ti piace mangiare puoi inserire il pranzo ad un ristorante specifico o visitare qualche azienda agricola locale, se invece ritieni che possa piacere lo shopping, informati già sui parcheggi della città più vicina e le distanze da percorrere a piedi.

Insomma, il messaggio è: portati avanti e prevedi l’imprevisto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su