Come è Nata la Pallacanestro? L’affascinante storia della nascita del basket

Author:

Published:

Updated:

Come è Nata la Pallacanestro? L'affascinante storia della nascita del basket

Affiliate Disclaimer

Angolosportivo.com è affiliato con Amazon, Decathlon e altri importanti punti vendita. In qualità di affiliato, ho diritto a ricevere una commissione per le vendite derivanti dai link presenti nei miei articoli.

La pallacanestro è uno sport popolare praticato da milioni di persone in tutto il mondo.

  • Ma come è iniziato tutto?
  • Qual è la storia unica e affascinante che si cela dietro la nascita dell’amato gioco del basket?

In questo blog post esploreremo la storia della pallacanestro, dalle sue origini alla sua forma moderna.

Daremo uno sguardo alle persone che hanno contribuito a dare vita a questo sport, ai cambiamenti che ha subito nel corso degli anni e al suo impatto sulla nostra società.

Approfondiremo la storia dell’uomo che ha inventato la pallacanestro ed esamineremo come il gioco si è evoluto e cambiato nel tempo.

Unisciti a noi in un viaggio attraverso l’affascinante storia del basket e scopri come è nato questo sport.

Le Origini del basket

Le Origini del basket

La pallacanestro fu inventata nel 1891 da James Naismith presso la YMCA Training School di Springfield, nel Massachusetts.

Naismith voleva creare un’attività per i suoi studenti che li tenesse occupati durante i mesi invernali, quando avevano meno cose da fare. Inventò un gioco che combinava elementi del calcio e della pallamano, che chiamò “Basket Ball”.

La prima partita fu giocata tra due squadre di nove giocatori, e lo scopo era quello di lanciare un pallone da calcio in un cesto di pesche sopraelevato attaccato a un palo alto 3 metri. Il gioco di Naismith decollò rapidamente e le prime regole ufficiali furono pubblicate nel 1893.

Il nome “basket ball” fu cambiato in “basket” nel 1898 su richiesta del Dr. Luther Gulick, che inventò una prima forma di gioco chiamata “Gulick Ball”.

Nel corso del tempo le regole sono state modificate per consentire un maggior numero di difese e di passaggi; solo nel 1979 le schiacciate sono state ammesse nelle partite dell’NBA!

Introduzione a James Naismith

James Naismith è nato nel 1861 ad Almonte, Ontario. Fu insegnante e istruttore di educazione fisica presso la YMCA Training School di Springfield, Massachusetts.

Durante il periodo di insegnamento in questa scuola, gli fu affidato il compito di creare una nuova attività al chiuso da far praticare agli studenti durante le vacanze invernali, quando non potevano praticare sport all’aperto.

Il gioco che oggi chiamiamo pallacanestro ebbe origine qui: Naismith lo creò adattando giochi esistenti in qualcosa di più simile alla sua forma moderna.

Dopo essersi laureato in educazione fisica e teologia, Naismith si iscrisse al Newton College of Medicine, dove conseguì anche la laurea in medicina.

Divenne poi ministro presbiteriano per molti anni prima di tornare a casa, dove si spense serenamente nel 1939, all’età di 78 anni, dopo aver dato uno dei più grandi contributi allo sport del XX secolo.

Le 13 Regole originali di James Naismith

Nel 1891, il dottor James Naismith scrisse le 13 regole originali della pallacanestro, che sono servite da modello per tutte le generazioni future.

Le 13 regole originali della pallacanestro, scritte da James Naismith nel 1892:

  1. La palla può essere lanciata in qualsiasi direzione con una o entrambe le mani.
  2. La palla può essere colpita in qualsiasi direzione con una o entrambe le mani (mai con il pugno).
  3. Un giocatore non può correre con la palla. Il giocatore deve lanciare la palla dal punto in cui l’ha presa, a meno che non abbia intercettato un palla vagante e cerchi di fermarsi.
  4. I giocatori non possono usare le braccia o il corpo per tenere la palla.
  5. I giocatori non possono usare il proprio corpo per trattenere, spingere, sgambettare o colpire un avversario in alcun modo. Un giocatore che commette due falli di questo tipo sarà squalificato dalla partecipazione alla partita fino a quando la sua squadra non segna o, se c’era l’evidente intenzione di ferire un altro giocatore, per il resto della partita.
  6. I giocatori possono essere penalizzati per aver colpito la palla con il pugno o per aver violato le regole 3 e 4 e qualsiasi altra regola descritta nella regola 5.
  7. Se una squadra commette tre falli consecutivi, all’altra squadra verrà assegnato un gol. (Canestro)
  8. La squadra in attacco segna quando la palla viene lanciata o colpita dal campo verso il canestro e vi rimane, a patto che non venga disturbata dai difensori. Se la palla rimane appesa al bordo del canestro e un avversario la sposta, viene assegnato un gol. (Canestro)
  9. Quando una palla esce dal campo, deve essere rimessa in gioco dal primo giocatore che la tocca. In caso di controversia su chi abbia toccato la palla per ultimo, l’arbitro deve rimetterla in gioco lui stesso.Il giocatore che effettua il lancio ha cinque secondi per liberarsi della palla; se la trattiene più a lungo, la passerà all’avversario. Se una delle due squadre si ostina a ritardare il gioco troppo a lungo durante la partita, verrà segnalato un fallo.
  10. L’arbitro sarà il giudice ufficiale di tutti i giocatori e segnerà i falli. Se un giocatore subisce un fallo per tre volte di seguito, può essere squalificato in base alla Regola 5.
  11. L’arbitro è la persona che funge da giudice, giuria e cronometrista durante una partita. Decide quando la palla è in gioco, entro i limiti (e se non lo è) a quale squadra appartiene, oltre a tenere traccia dei gol segnati durante la partita.
  12. La partita sarà composta da due tempi di 15 minuti ciascuno, con una pausa di cinque minuti in mezzo.
  13. Se entrambe le squadre segnano lo stesso numero di gol in quel periodo di tempo, la partita continua finché una delle due non segna.

La prima partita pubblica di pallacanestro

La prima partita ufficiale di pallacanestro fu giocata nel dicembre 1891 tra la YMCA Training School e la International Young Men’s Christian Association Training School (oggi Springfield College).

La palla utilizzata in questo gioco era di gomma. Più tardi, nel 1892, fu sviluppato un nuovo tipo di palla: rimbalzava più in alto di quella di gomma e aveva anche un involucro di cuoio.

Questo nuovo tipo di palla fu utilizzato per la prima volta durante una partita intercollegiale tra lo Springfield College e l’Amherst College il 20 gennaio 1893.

L’11 marzo 1892, l’YMCA organizzò la sua prima partita di basket pubblica. La gara a due squadre si svolse presso l’armeria di Springfield, in Massachusetts, e fu seguita da una folla di 2.000 spettatori.

L’ascesa del basket professionistico

La prima lega professionistica di pallacanestro fu fondata nel 1898. La National Basketball League (NBL) è stata la prima lega professionistica di pallacanestro in America, fondata dal canadese Dr. James Naismith.

Iniziata con nove squadre, durò solo quattro anni prima di chiudere a causa di problemi finanziari e della mancanza di interesse da parte dei tifosi.

Nel 1905, in risposta all’industrializzazione e all’urbanizzazione, la NBL si riorganizzò come campionato amatoriale di piccole città sponsorizzato dagli uffici YMCA di tutto il Paese. Gli attuali programmi di basket universitari della NCAA Division I possono risalire direttamente a questa organizzazione!

Nel 1946 fu fondata la Basketball Association of America (BAA). La BAA si fuse con la National Basketball League nel 1949 per formare quella che oggi è nota come National Basketball Association (NBA).

L’impatto di Naismith sullo sport

È difficile immaginare quanto sarebbe diverso il mondo dello sport senza il dottor James Naismith. In qualità di pioniere della pallacanestro, ha trasformato il gioco da attività informale a sport serio.

Creò anche la prima serie di regole per la pallacanestro e fondò la prima squadra organizzata della storia. Così facendo, gettò le basi per quello che sarebbe diventato uno dei passatempi preferiti dagli americani.

Oltre ad aver esercitato un’enorme influenza sulla cultura sportiva, ha avuto un impatto anche su molti altri settori della società.

Il suo lavoro nel campo dell’istruzione lo ha portato a diventare uno dei migliori naturalisti e geografi canadesi durante il periodo trascorso alla McGill University di Montreal; la sua invenzione del basket ha persino contribuito a influenzare un’altra grande invenzione canadese: l’hockey!

L’eredità del dottor James Naismith

L’impatto del dottor James Naismith sullo sport si fa sentire ancora oggi. La sua eredità comprende l’invenzione della pallacanestro e la sua conseguente popolarità, che si è diffusa in tutto il mondo e ha creato una generazione di giocatori cresciuti con questo sport.

I contributi di Naismith al gioco sono numerosi: ha inventato un intero sport partendo da zero; ha stabilito le regole per il gioco della pallacanestro; ha progettato attrezzature specifiche per la pallacanestro; ha introdotto tecniche come il palleggio, il passaggio e il tiro che rimangono punti fermi nelle partite di oggi.

Il suo impatto sulla pallacanestro è così grande che è difficile immaginare come sarebbe la vita senza di lui o come sarebbero diverse le nostre vite se non avessimo mai avuto un passatempo iconico come la pallacanestro o qualsiasi altro sport che ha contribuito a creare!

About the author