A Cosa Serve il Vaso di Espansione nel Camper?

Questo Articolo Potrebbe contenere link di Affiliazione dei link di affiliazione Amazon o Awin, cliccando sui link e successivamente effettuando un acquisto mi permetterete di guadagnare una piccola commissione, nessun aumento di prezzo ovviamente. Maggiori informazioni qui.

Il vaso di espansione nei camper è un importante accessorio che interessa il circuito dell’acqua, andando a proteggere componenti dell’intero impianto, a partire dai tubi e dalla pompa.

Inoltre garantisce una continuità del flusso di acqua, prolungando la vita della pompa stessa, della caldaia e consentendo un uso più fruibile dell’acqua.

Ci sono modelli di camper che già lo prevedono installato, mentre altri ne richiedono l’installazione aftermarket.



A Cosa Serve Il Vaso Di Espansione?

Se quindi di stai chiedendo a cosa serva il vaso di espansione nei camper, la risposta è facilmente intuibile.

Il vaso di espansione compensa le variazioni di pressione, protegge l’impianto, fa lavorare meno (e meglio) la pompa e garantisce un flusso di acqua più costante, a beneficio dell’utenza.

Prima di capire esattamente tutti i benefici del vaso di espansione nei camper, in dettaglio, è utile conoscere come funziona un circuito idraulico nell’autocaravan.

Come È Fatto Il Circuito Idraulico Di Un Camper

Il circuito idraulico nei camper funziona grazie alla pressione: nel momento in cui questa supera determinati livelli e appare eccessiva, la situazione diventa rischiosa.

Dal serbatoio viene attinta l’acqua dalla pompa, la quale la invia alle utenze (ossia ai diversi rubinetti, allo scarico del wc e alla eventuale caldaia se presente nel camper).

A ogni apertura del rubinetto, l’acqua riceve un impulso di pressione, mettendo in funzione più volte la pompa e sollecitandola a ripetute accensioni e successivi spegnimenti.

E’ infatti la pompa che ogni volta fornisce la pressione giusta per immettere l’acqua nel circuito, anche se viene richiesta una minima quantità.

Tecnicamente, si dice che la pompa funziona secondo un principio on-off, ossia acceso – spento, con conseguenze che nel tempo possono portare anche al guasto e al malfunzionamento dell’intero impianto.

Immagina di porti vicino ad un interruttore della luce e in continuazione accendere e spegnere un lampadario in modo veloce: facile che prima o poi la lampadina potrà bruciarsi o saltare il contatore della corrente.

Allo stesso modo avviene per la pompa del camper.

In questo caso, però, le conseguenze saranno peggiori rispetto alla lampadina, poiché a danneggiarsi saranno anche le tubazioni, gli snodi, la caldaia.

Un simile impianto, che funzioni in questo modo, crea anche il problema dell’acqua incostante: ci saranno momenti in cui scenderà bene dal rubinetto e altri dove invece il flusso sarà molto flebile.

Ecco un esempio per capire meglio: se devi lavarti le mani sul camper probabilmente aprirai il rubinetto non completamente, anche per evitare che il contraccolpo dell’acqua sulla parete del lavandino possa creare degli schizzi addosso ai tuoi abiti, bagnandoteli.

Diversamente, quando invece dovrai riempire il lavabo per lavare i piatti, l’apertura sarà maggiore.

In entrambi i casi la pompa del circuito idraulico funziona allo stesso modo.

Ciò significa che viene sempre attivata come se tu richiedessi acqua alla massima potenza di erogazione.

Questo avvio, in gergo, viene detto “colpo di ariete” poiché la forte pressione di richiamo porta l’acqua a sollecitare in maniera impegnativi le tubazioni, i collettori, le guarnizioni ed eventuali snodi.

Questo avviene anche se non è necessario, ossia quando la tua utenza richiede una piccola quantità di acqua (apertura parziale del rubinetto per lavarti le mani).

Ciò è quanto avviene normalmente in un impianto idraulico da camper, non provvisto di vaso di espansione.

Come Funziona Un Vaso Di Espansione E Perché È Consigliabile Installarlo Sul Camper?

vaso espansione camper

Per ovviare ai problemi appena descritti è necessario installare un vaso di espansione.

Questo elemento ha forma cilindrica e, scegliendo un modello specificatamente progettato per camper, non comporta nemmeno grandi ingombri.

La sua presenza è determinante per limitare eventuali sbalzi di pressione che si generano nel circuito idraulico dell’autocaravan.

Il segreto del suo funzionamento risiede tutto in una membrana che sta all’interno del contenitore e che grazie alle sue proprietà elastiche è in grado di assorbire le variazioni di pressione, smorzando i picchi eccessivi e gestendo valori troppo bassi.

La sua installazione dovrebbe avvenire prima delle utenze e in prossimità della pompa, sia per un motivo tecnico che per uno pratico.

Una valvola permette il cosiddetto caricamento del vaso ad una pressione prossima al bar (0,9 – 1 bar), ma in alcuni casi è possibile anche salire di valore in base dei pressostati installati.

Ovviamente il principale vantaggio dovuto alla presenza del vaso di espansione lo si percepisce quando si apre il rubinetto solo parzialmente, situazione frequente nella quale è possibile percepire comunque un flusso di acqua regolare e “pieno”, proprio grazie all’accessorio aggiuntivo.

Evitando i continui solleciti dovuti all’accensione e allo spegnimento della pompa, il vaso di espansione non solo ne allunga la vita, ma riduce anche i consumi energetici.

Il vaso di espansione di un camper è di tipo chiuso, con una membrana che divide lo spazio interno in due parti non necessariamente uguali. In una parte c’è l’acqua mentre nell’altra c’è l’aria.

La membrana ha il compito di compensare le variazioni di pressione dell’impianto.

Ovviamente più è grande lo spazio e maggiore sarà l’efficacia del vaso di espansione, ma per i camper è utile trovare un giusto compromesso.

Essendo un componente accessorio, il vaso di espansione rappresenta la classica buona idea per avere più funzionalità e un servizio migliore in camper, evitando così di ricevere un flusso di acqua pulsante e non regolare.

L’installazione vicina alla pompa avviene per motivi tecnici e pratici: siccome i due elementi lavorano di concerto, in caso di manutenzione si opererebbe solo in una zona.

E’ importante avere gli spazi necessari per farlo, quindi prima di procedere con il montaggio è suggeribile dare uno sguardo agli ingombri.

Lasciare un po’ di agio e margine di manovra per poter intervenire in caso di riparazione è sempre un buon consiglio.

Il vaso di espansione esiste di tipo aperto oppure chiuso: se il primo è direttamente a contatto con l’atmosfera, il secondo no e per tale motivo questa seconda tipologia è quella che viene installata sui camper.

Montare un vaso di espansione sul camper non è impresa difficoltosa e ci sono persone che sanno dove mettere le mani perché amanti del fai da te.

In caso contrario è necessario rivolgersi ad un idraulico oppure ad un’officina di allestimento camper.

Il prezzo del pezzo è di poche decine di euro: una spesa sostenibile che vale la pena affrontare, a fronte dei tanti vantaggi che questo utile accessorio è in grado di fornire.

Alcuni non richiedono nemmeno un verso di installazione (orizzontale o verticale spesso non comporta grandi differenze).

Campi Di Applicazione Del Vaso Di Espansione

Fiamma 02478-01 A20 Vaso di Espansione, 11.7cm x 25.5cm x...
  • Ideale complemento della aqua 8
  • Delle versioni precedenti
  • La membrana interna assorbe i colpi d'ariete ed emette in uscita un flusso regolare
  • L'a20 si può smontare per eventuali interventi sulla membrana

Ultimo aggiornamento 2021-08-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Solo a titolo informativo è utile sapere che questa tecnologia non è nuova e non è nemmeno destinata solo agli autocaravan.

Al contrario, il polmone aggiuntivo (come viene chiamato in alternativa il vaso di espansione grazie al suo contenuto parziale di aria) trova impiego in diversi ambiti a partire da quelli domestici per arrivare alle automobili.

Conoscere i campi di applicazione favorisce la comprensione dell’utilità nei camper.

Nelle normali caldaie di casa il vaso di espansione compensa non solo le cadute di pressione, ma anche le variazioni di flusso di acqua, specialmente quando vi sono differenze di temperatura tra l’acqua presente nel serbatoio e quella richiesta dall’utenza.

Anche nelle vetture e più precisamente nei loro impianti di raffreddamento, vengono utilizzati i vasi di espansione per ridurre le conseguenze dovute alla dilatazione termica, così come pure negli sistemi di irrigazione, dove sono in gioco pressioni più elevate che genererebbero i cosiddetti colpi d’ariete.

Le differenti esperienze maturate nei vari settori hanno permesso di portare questa tecnologia, ormai collaudata e affidabile, anche al mondo dei camper.

E’ bene ricordare che tutti i vasi di espansione, soprattutto quelli che dovranno contenere acqua potabile, sono soggetti a doppia omologazione e sono regolati da una duplice normativa: la prima fa riferimento agli apparecchi sottoposti a pressione (2014/68 UE), la seconda invece traccia una guida relativa alle norme di potabilità.

This product was presentation was made with AAWP plugin.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su